Risparmio energetico

 

La nostra azienda opera in un settore in cui i consumi energetici sono sempre più elevati ed è per questo che siamo costantemente alla ricerca di nuovi modi per ridurre il consumo di energia e stabilizzare i costi. Adobe è iscritta a molti gruppi aziendali e di settore e collabora attivamente al programma per la realizzazione di edifici ad alte prestazioni ecologiche (Net Zero Energy Building) e al programma per edifici salubri (Building Health Initiative) promossi dallo U.S. Green Building Council, nonché all'iniziativa Future of Internet Power di BSR, per intensificare l'impegno a creare spazi di lavoro efficienti e fornire ai clienti i propri prodotti con un impatto ambientale minimo o nullo.

Attraverso l'acquisto di compensazioni da energia pulita, crediti di energia rinnovabile (REC) e crediti per la riduzione controllata delle emissioni (VER), abbiamo neutralizzato le emissioni di carbonio nell'ambito delle nostre operazioni globali alla fine del 2012, con due anni di anticipo rispetto all'obiettivo che ci eravamo prefissati.

Misurazione e gestione del consumo energetico
Siamo consapevoli del fatto che non si possa gestire ciò che non è misurabile. Per questo, abbiamo sviluppato e implementato un sistema di monitoraggio che acquisisce informazioni sull'energia e le operazioni critiche in base a migliaia di punti dati, dall'utilizzo di elettricità, acqua e gas naturale fino al PUE (Power Usage Effectiveness) di tutti i data center Adobe. Nella sola sede centrale di San Jose, in California, raccogliamo informazioni relative all'utilizzo di energia e alle operazioni critiche per oltre 30.000 punti dati.

Misuriamo e documentiamo le emissioni di carbonio di Scope 1 e 2 nei nostri edifici, nonché le emissioni di Scope 3 relative all'energia acquistata per i nostri siti in leasing e per i viaggi aziendali dei dipendenti. Queste informazioni vengono calcolate annualmente e comunicate al CDP tramite un apposito report pubblicato su Adobe.com. Nel 2013 abbiamo ricevuto 99 punti su 100 nel CDP.

Riduzione del fabbisogno energetico
Dal 2002, nelle nostre nove strutture di proprietà in America del Nord abbiamo portato a termine più di 180 progetti di risparmio energetico che ci hanno consentito di ridurre l'utilizzo di elettricità del 50%, l'utilizzo di gas naturale del 30%, l'utilizzo di acqua per uso domestico del 79% e l'utilizzo di acqua per l'irrigazione del 71%.

Il primo data center costruito, posseduto e gestito da Adobe è entrato in servizio online nel mese di novembre 2013 (certificazione LEED Gold). Abbiamo scelto la sede di Hillsboro, Oregon, in virtù del suo sistema energetico a bassa emissione di carbonio, della sua posizione a basso rischio climatico e del suo potenziale per l'implementazione di energie rinnovabili. Questa decisione ci ha consentito di integrare un sistema di raffreddamento per evaporazione e altre innovazioni per ridurre il consumo energetico e le conseguenti emissioni di carbonio.

Generazione di energia in loco
Per soddisfare il nostro fabbisogno energetico, investiamo in fonti di energia alternative e rinnovabili che producono energia in loco presso le nostre strutture. Nel 2009, nella sede centrale di San Jose abbiamo installato 20 turbine eoliche Windspire che catturano l'energia prodotta dall'accelerazione del vento al passaggio fra i 3 grattacieli che ospitano i nostri uffici.

Nel 2010, nei nostri uffici in California abbiamo installato celle a combustibile Bloom Energy Server, conosciute anche come Bloom Boxes, che consentono di generare energia in loco, convertendo il biogas naturale in elettricità in modo efficiente e senza perdita di trasmissione. Poiché il biogas non è disponibile in commercio a San Jose e San Francisco, ne acquistiamo in eguali quantità nelle zone in cui è disponibile e lo introduciamo in linea per compensare le nostre emissioni. Questo sistema contribuisce anche a evitare il rilascio di metano nell'atmosfera.

Nel 2014 siamo diventati la prima azienda Fortune 500 ad aver installato e gestito un sistema di regolazione energetica intelligente prodotto da Stem. Nella nostra sede di San Francisco, il sistema avanzato di immagazzinamento dell'energia e analisi dati in tempo reale è in grado di rispondere automaticamente alle oscillazioni del consumo di elettricità nell'edificio, attingendo a una riserva di energia precedentemente immagazzinata per ridurre i nostri costi energetici senza alcuna ripercussione sulle attività.

Crediti di energia rinnovabile e per la riduzione controllata delle emissioni
Compensiamo il 100% delle emissioni di Scope 1 e 2 prodotte dalle nostre strutture certificate LEED in America del Nord mediante l'acquisto di crediti di energia rinnovabile (REC) e crediti per la riduzione controllata delle emissioni (VER), che supportano i progetti per la realizzazione di parchi eolici e impianti di biogas di discarica.

Questi acquisti ci consentono di investire nelle tecnologie ecologiche emergenti per contribuire al loro sviluppo. È nostra intenzione ridurre gradualmente l'acquisto di compensazioni man mano che aumentiamo l'impiego diretto di energie alternative pulite generate in loco.