Adobe Campaign migliora continuamente. Scopri le novità.

Con Adobe Campaign, hai sempre accesso alle nuove funzionalità fin dal momento del loro rilascio. Dai un'occhiata alle più recenti.

Adobe Campaign Classic 17.9

Connettore Hadoop tramite HiveSQL

Abilitato dal modulo Federated Data Access, il connettore Hadoop tramite Hive SQL consente agli utenti di Adobe Campaign di collegarsi senza problemi all'infrastruttura di big data per esplorare, eseguire query e segmentare i dati da Hadoop senza importare il dataset o archiviarlo all'interno della piattaforma Adobe Campaign.

Connettore SAP HANA

Abbatti i silos e sfrutta tutti i dati esterni in tempo reale all'interno di Adobe Campaign grazie al connettore Federated Data Access, che ora supporta anche SAP HANA. Il modulo Federated Data Access consente di collegare tutti i database esterni separati con Adobe Campaign. Sarà quindi possibile eseguire query in tempo reale su dati provenienti da diverse fonti, senza bisogno di importare il dataset in Adobe Campaign.

LINE Channel: messaggistica ottimizzata

Questo miglioramento dell'applicazione LINE Channel consentirà agli utenti di ottimizzare l'efficienza in termini di costi grazie alla possibilità di effettuare pagamenti per campagna, anziché per ogni singolo contenuto inviato. Inoltre, la messaggistica multipla semplifica la creazione delle campagne permettendo agli utenti di creare più distribuzioni nell'ambito di un'unica campagna. Gli addetti al marketing possono anche aumentare l'engagement inviando messaggi multimediali (non solo immagini fisse).

Adobe Campaign Standard 17.9

Interventi semplici e veloci basati su informazioni approfondite

Molti esperti di e-mail marketing non hanno accesso a un'analisi integrata dell'efficacia delle campagne, quindi hanno difficoltà a correggere quello che non va. Per risolvere questo problema, abbiamo integrato la funzione Analysis Workspace di Adobe Analytics in Adobe Campaign. Ora puoi individuare rapidamente le campagne ad alte prestazioni e ottenere informazioni approfondite grazie a visualizzazioni intuitive e alla generazione di report dettagliati tramite drag-and-drop, senza bisogno di particolari competenze in data science. E grazie agli approfondimenti in tempo reale, puoi intervenire all'istante per correggere le prestazioni delle tue campagne.

Invio di splendide e-mail

Per semplificare la progettazione delle e-mail, abbiamo aggiunto 18 nuovi modelli pronti all'uso. Questi modelli sono ottimizzati per i dispositivi mobili e offrono splendidi layout che potrai personalizzare facilmente con i tuoi contenuti per progettare e-mail da zero in modo più agevole. Sono inclusi anche messaggi di benvenuto per i nuovi clienti ed e-mail di ricoinvolgimento.

Adobe Campaign Standard 17.7

Creazione di campagne e-mail in più lingue

Sono finiti i tempi in cui per entrare in contatto con tutti i tuoi consumatori dovevi creare singole campagne e-mail mirate per ogni lingua. Grazie all'integrazione tra Adobe Campaign e Adobe Experience Manager, non avrai alcun problema ad adattare le tue campagne a livello globale. Ora puoi creare e tradurre in più lingue e-mail accattivanti e personalizzate direttamente in Experience Manager, per poi distribuirle tramite Adobe Campaign.

Condivisione di KPI da Campaign ad Analytics

Condividi i dati delle campagne con Adobe Analytics per misurare le metriche sull'e-mail marketing di Campaign insieme ad altre attività pubblicitarie e di marketing lungo il percorso di conversione, unificando in questo modo il comportamento pre- e post-clic. Monitora direttamente le prestazioni complessive e scopri sinergie con programmi esterni in Analytics. Questa visione consolidata ti offre conoscenze che, una volta applicate alle tue campagne, ti consentiranno di migliorare i tassi di apertura, clic-through e conversione, incentivando quindi i profitti e dando impulso alle prestazioni globali delle campagne.

Declared ID cifrati tra le fonti dati

Anche se non disponi di un profilo in Campaign, puoi attivare l'invio di e-mail e SMS usando informazioni di contatto cifrate sotto forma di Declared ID. Dal momento che i Declared ID cifrati possono essere decodificati da Adobe Campaign Standard, Campaign ora è in grado di creare nuovi profili utilizzabili sul mercato a partire dalle audience importate da altre soluzioni Experience Cloud contenenti contatti precedentemente sconosciuti. Potrai quindi rivolgerti in tempo reale a clienti esistenti e prospect sconosciuti sfruttando sia messaggi e-mail che SMS per aumentare la fidelizzazione della clientela esistente e acquisire nuovi clienti. Usa al meglio i dati dei cookie di prima parte nel momento in cui i potenziali clienti eseguono l'autenticazione e sfrutta queste conoscenze in Adobe Campaign.

Notifiche in Adobe Campaign

Ricevi notifiche su attività di sistema importanti direttamente all'interno di Adobe Campaign Standard. Queste notifiche in tempo reale, ad esempio riguardanti l'avanzamento delle distribuzioni in corso o flussi di lavoro in stato di errore, tengono informate le parti interessate e consentono agli utenti di intervenire in modo diretto e immediato sulle relative attività direttamente dall'applicazione. Ne deriva una maggiore agilità ed efficienza dei team e un'esecuzione più fluida delle campagne.

Sistema di avvisi sulla distribuzione

Oltre a visualizzare le notifiche direttamente in Adobe Campaign Standard, Adobe Campaign ora offre un sistema di avvisi e-mail che consente di segnalare attività di sistema importanti a utenti e parti esterne. Puoi creare, gestire e ricevere avvisi e dashboard personalizzabili per tenere traccia delle attività di distribuzione andate a buon fine o non riuscite. Il sistema di avvisi sulla distribuzione di Adobe Campaign aumenta l'efficienza, in quanto tutti gli utenti dell'azienda coinvolti nell'utilizzo di Adobe Campaign riceveranno aggiornamenti automatici sullo stato di esecuzione della distribuzione, via e-mail e tramite la dashboard.

Adobe Campaign Standard 17.5

Direct mailing

Supera la barriera digitale ed entra in contatto con il mondo fisico attraverso il primo canale offline di Adobe Campaign Standard: il direct mailing. Grazie a questa funzionalità, potrai personalizzare e generare il file richiesto dai fornitori di servizi postali nell'ambito delle tue campagne multicanale. Sfrutta il direct mailing per ricoinvolgere i clienti o per ottimizzare la customer experience con un punto di contatto tattile e accattivante che stimoli i clienti a visitare la tua app, il tuo sito web o il tuo negozio.

E-mail in Ccn

L'e-mail in Ccn è una funzione utile a fini dell'archiviazione, in quanto consente ai brand di salvare messaggi e-mail univoci inviati a singoli destinatari. Aggiungendo un indirizzo in Ccn a tutti i messaggi di posta elettronica, i clienti di Adobe Campaign Standard possono conservare una copia esatta di ogni e-mail. Si tratta di un requisito legale frequente nel settore dei servizi finanziari ed è utile nei centri assistenza clienti per agevolare la risoluzione delle controversie in tempo reale.

Adobe Campaign Standard 17.4

Miglioramento delle funzionalità di modifica immagini con Creative SDK

Creative SDK abilita una gamma completa di funzionalità che consentono agli esperti di e-mail marketing di ottimizzare le immagini direttamente nell'editor di contenuti durante la modifica di e-mail o landing page. Crea contenuti ancora più belli e migliora l'efficienza grazie alla possibilità di ridimensionare e tagliare le immagini, di ottimizzare i colori e di aggiungere filtri, livelli di testo, adesivi e altri elementi direttamente in Campaign, tutto con la garanzia che le immagini vengono aggiornate automaticamente in base alle modifiche applicate.

Notifiche push transazionali

I messaggi push ora sono un canale supportato nei Transactional Messages (Messaggi transazionali) in tempo reale e nel Message Center (Centro messaggi). Grazie alla recente introduzione del supporto per due nuove chiamate API, gli esperti di marketing possono entrare in contatto con gli utenti delle app in tempo reale usando trigger basati su eventi. Personalizza i messaggi push per i clienti noti in base ai dati del profilo, al comportamento e al contesto per aumentarne la fidelizzazione e la stima. Aumenta l'acquisizione rivolgendoti in modo mirato a nuove audience e invogliandole a registrarsi, a creare un profilo personale o a eseguire la conversione. L'invoker dell'API deve fornire token push affinché i messaggi possano essere distribuiti a utenti sconosciuti. È possibile includere altri dati contestuali per personalizzare il messaggio push. Grazie al nuovo inserimento nelle notifiche push transazionali, i messaggi push ora sono supportati su tre canali: e-mail, SMS e notifiche push.

Notifiche push ricorrenti

Rivolgiti periodicamente ai clienti direttamente da un flusso di lavoro nell'ambito delle audience dinamiche. Usa le notifiche push ricorrenti per semplificare gli aggiornamenti periodici pianificati, come i promemoria settimanali. La distribuzione di nuovi contenuti multimediali avanzati in modalità push ti consentirà di stimolare l'engagement con le app mobile e la loro adozione, ottimizzando in questo modo l'esperienza globale.

Connettore Amazon Simple Storage Service (S3)

Il connettore Amazon Simple Storage Service (S3) ora può essere usato per importare ed esportare dati direttamente da e verso Adobe Campaign al fine di sfruttare senza problemi tutti i dati archiviati nel cloud. Può essere impostato facilmente nell'attività di un flusso di lavoro e viene configurato da un account esterno.

Adobe Campaign 7

Adobe Campaign v7 è una nuova versione principale che introduce funzionalità di gestione avanzata dei dati e un'interfaccia completamente rinnovata, caratterizzata da una nuova home page, nuovi stili e nuove icone per migliorare la visibilità, la navigazione e la coerenza all'interno della soluzione. Sia l'interfaccia web che quella della console offrono un'esperienza utente globale migliorata.


Adobe Campaign v7 introduce anche funzionalità di gestione avanzata delle campagne, con connettori di dati che ti permettono di collegarti a database di grandi dimensioni e sistemi CRM quali Microsoft Dynamics 365, Salesforce CRM e Oracle On-Demand. Puoi anche creare collegamenti personalizzati al tuo ecosistema di marketing più ampio. Aggiungi più canali offline nel mix multicanale, interazioni inbound per il call center e opzioni di web e distributed marketing per le organizzazioni complesse.

Adobe Campaign Standard 17.2

Reporting dinamico

Il reporting dinamico offre una nuova generazione di report di business in tempo reale, interamente personalizzabili. Basandosi su grafici e tabelle pivot grafiche dinamiche, questa funzionalità ti consente di trascinare le variabili e le dimensioni per analizzare l'efficacia e l'efficienza delle tue campagne di marketing. Sfruttando il reporting dinamico, puoi anche creare report di business personalizzati da zero e salvarli per riutilizzarli in futuro.

Integrazione con Dreamweaver

L'integrazione tra Adobe Campaign e Dreamweaver ti consente di usufruire di un processo integrato per creare campagne e-mail con le soluzioni Adobe. Puoi modificare le e-mail di Adobe Campaign in Dreamweaver e sincronizzare senza problemi i contenuti tra le due soluzioni. Ottimizza la creazione delle e-mail e riduci il time-to-market, mantenendo un approccio creativo e garantendo una gestione e un controllo delle versioni affidabili in un ambiente incentrato sulla creatività.

Ottimizzazione manuale dell'orario di invio

Stabilisci un orario di invio personalizzato per ogni destinatario, a livello di distribuzione o di flusso di lavoro, per aumentare le percentuali di apertura e clic. Adatta l'ora di invio per far sì che i destinatari ricevano il messaggio nell'orario migliore in base ai rispettivi fusi orari oppure usa una formula per stabilire la data e l'orario di ricezione migliori per cogliere sempre i destinatari nel momento ideale.

Notifiche push migliorate

Il canale delle notifiche push è stato ottimizzato e ora offre una nuova esperienza utente e una serie di funzionalità, tra cui una nuova interfaccia per l'authoring, notifiche silenziose, notifiche push interattive, supporto per contenuti multimediali e un calcolatore delle dimensioni del payload. Sfrutta questi miglioramenti per perfezionare i tuoi programmi di mobile marketing globali man mano che i messaggi multimediali generano un aumento del customer engagement e dei profitti.

Flussi di lavoro: attività Signal

Con la nuova attività Signal (Segnale), che consente di attivare un flusso di lavoro a partire da un altro, gli esperti di marketing ora possono supportare customer journey più complessi. Otterranno quindi processi basati su flussi di lavoro ottimizzati e potranno usufruire di un maggiore livello di controllo e monitoraggio delle sequenze tra i flussi di lavoro per comprendere meglio il percorso di ogni singolo cliente. Sono state aggiornate molte attività, tra cui le attività End (Fine), che ora offrono la possibilità di specificare quale flusso di lavoro attivare dopo l'esecuzione di una determinata attività, e le attività Update Data (Aggiorna dati), che ora consentono di aggiungere un'attività End che attiva un altro flusso di lavoro.

Flussi di lavoro: attività di lettura delle audience

Semplifica il processo di targeting selezionando e perfezionando le audience esistenti in un'unica attività. In questo modo, potrai accelerare il time-to-market e avrai molto più tempo da dedicare alla creazione di contenuti multimediali accattivanti.

Dati sui punti di interesse

I dati sui punti di interesse integrano Adobe Campaign con Adobe Analytics per mobile. Rivolgiti in modo mirato agli utenti delle tue app mobile raccogliendo dati dai punti più visitati (punti di interesse) ogni volta che aprono la tua app. Invia messaggi personalizzati in base alla posizione per offrire ai tuoi clienti un'esperienza contestualmente coinvolgente. Questo canale sfrutta l'SDK del servizio mobile.

API REST

Collega risorse di qualsiasi livello ai profili o servizi disponibili in Adobe Campaign sfruttando questa API che ti consente di estendere le potenzialità di Adobe Campaign nell'intera organizzazione.

Adobe Campaign Standard 17.1

Esportazione di registri per il reporting esterno

Esporta registri, come quelli relativi alle attività di consegna e monitoraggio, per elaborarli e distribuirli nei tuoi strumenti di reporting o di business intelligence preferiti. Grazie a un flusso di lavoro intuitivo, potrai automatizzare l'esportazione periodica di nuovi registri sulla base di varie query, comprese quelle di tipo incrementale che consentono di utilizzare il campo della data per recuperare dati nuovi o aggiornati. Sfrutta i dati di Adobe Campaign nel modo migliore per la tua organizzazione.

Funzionalità di marketing per i messaggi transazionali

Invia messaggi transazionali personalizzati in base ai profili dei tuoi clienti. Applica regole sulla tipologia di marketing, ad esempio per gli indirizzi inseriti nella blacklist, includi il collegamento per annullare l'iscrizione all'interno dei messaggi, aggiungi messaggi transazionali alla reportistica sulla distribuzione globale e sfrutta messaggi transazionali lungo il percorso del cliente per ottimizzare la customer experience complessiva.

API per la messaggistica transazionale

L'API per la messaggistica transazionale, ora disponibile tramite adobe.io, facilita l'utilizzo delle funzionalità di reporting e monitoraggio della piattaforma adobe.io. L'autenticazione avviene tramite il sistema basato su token di adobe.io, anziché tramite whitelisting degli IP, quindi la procedura di sicurezza risulta semplificata. Dal momento che tutte le API ora sono integrate in un'unica piattaforma, aggiungere funzionalità di messaggistica transazionale alla tua integrazione sarà più facile che mai se supporti già l'API per i profili e i servizi.