ePaper
Sezione ePaper presenta
Come funziona DRM
Pagina: 1 2 3 4 5 6 
Le tecnologie DRM funzionano permettendo ai distributori di prodotti elettronici di controllare l'accesso alle visualizzazioni dei prodotti, siano essi pubblicati sotto forma di stampati, musica o di immagini con una sorta di codifica personalizzata. Agli utenti finali che hanno acquistato i diritti vengono fornite "chiavi" personali per la visualizzazione o l'ascolto dei prodotti, generalmente con la limitazione della copia, stampa e ridistribuzione.

Quando un possibile proprietario di diritti digitali scarica un file, il programma DRM controlla l'identità dell'utente, contatta una finanziaria per concordare il pagamento, decodifica il file, e gli assegna una chiave, una specie di password, per un accesso futuro. Il proprietario del prodotto può configurare l'accesso in diversi modi. Per esempio, un documento può essere visibile ma non stampabile, oppure potrebbe essere utilizzato con una limitazione di tempo. (Leggere attentamente il white paper "Contenuti Digitali per l'eCommerce" per una trattazione sui vari tipi di distribuzione e le loro implicazioni commerciali.)

 
Per finire, le cose si complicano maggiormente. Una volta che all'utente viene assegnato il diritto d'accesso, i distributori devono assicurarsi che tutti nel processo di creazione, produzione, e distribuzione vengano pagati equamente per l'uso del prodotto. Programmi end-to-end, come il MetaTrust Utility della InterTrust, tengono traccia dei pagamenti in tutte le forme dalle transazioni con carte di credito online fino al versamento degli assegni come pagamento dei diritti d'autore sul conto corrente dell'autore

Il vantaggio hardware
Molti esperti di DRM sono d'accordo che il miglior sistema per i diritti sia un meccanismo che combini sia hardware sia software. Legando il diritto di accesso direttamente alle CPU dei computer, dischi fissi, e ad altri tipi di supporti, i produttori possono controllare non solo chi sta leggendo le informazioni ma anche il tipo di supporto. Questo livello di protezione è essenziale per documenti estremamente importanti come documenti legali o dati di ricerche di mercato esclusivi, in cui la copia illegale e la diffusione potrebbe causare danni incalcolabili.

Adobe sta già collaborando con Iomega per offrire una soluzione basata su media che eviti la distribuzione non autorizzata di documenti PDF memorizzati sui dischi rimovibili Zip e Jaz di Iomega.

"Supponiamo che io acquisti un file sul Web, lo trasferisca sul mio disco Zip, e un collega lo copi e tenti di aprire quel file sulla sua macchina," dice Trent Thomas, amministratore dello sviluppo del commercio tecnologico alla Iomega. "Verrà collegato immediatamente al sito Web del venditore in modo da acquistare legalmente il documento.

"Quando un contenuto protetto da copyright o riservato viene inserito in un disco, io posso prestare, distruggere, dare, o bloccare il disco, ma quando copio il contenuto su un disco fisso o un altro supporto, questo non funzionerà."

InterTrust, con la sua esperienza nell'unire i diritti accesso di MP3 a dispositivi che riproducono musica come il RioPort, sta sviluppando una protezione hardware per la pubblicazione di contenuti. I PC delle future generazioni potrebbero includere "chip di copyright" come il chip EMBASSY prodotto da Wave Systems che offrirà protezione a prova di hacker per i contenuti digitali

Adobe® Web Buy (US)
Adobe PDF Merchant® (US)
Adobe svela le tecnologie DRM, i Partner (US)
Xerox ContentGuard integra Adobe PDF (US)
Adobe annuncia ulteriori Partnership DRM (US)
Adobe e Iomega offrono un Document Security System (US)
Electronic Book: Una svolta Radicale (US)
White Paper: Contenuti Digitali per l'eCommerce
(PDF: 110 KB / 8 pagine)
torna a inizio pagina