Accessibilità

Che cosa sono gli oggetti locali condivisi?

Sommario

  1. Come funzionano gli oggetti locali condivisi?
  2. Com'è possibile disattivare gli oggetti locali condivisi?
  3. Conclusione
  4. Altre risorse

Gli oggetti locali condivisi, denominati a volte "cookie di Flash", sono file di dati che possono essere creati nel computer dai siti che vengono visitati. In genere gli oggetti condivisi vengono utilizzati per migliorare le prestazioni della navigazione web. Quando un sito web scrive un cookie nel computer dell'utente, alla visita successiva il cookie e le relative informazioni verranno caricati in modo tale da consentire un utilizzo più personalizzato del sito. Ad esempio, è possibile richiedere la registrazione del nome utente di accesso a un sito. Tali informazioni vengono memorizzate nel cookie per essere recuperate alla visita successiva in modo che nell'apposito campo del sito venga visualizzato automaticamente il nome utente.

Gli oggetti locali condivisi funzionano esattamente come i cookie di un browser, con la differenza che sono in grado di memorizzare dati più complessi e non solo testo semplice. Gli oggetti condivisi di per sé non possono modificare o manipolare in alcun modo i dati presenti nel computer e, soprattutto, non possono accedere a né memorizzare indirizzi di posta elettronica o altre informazioni personali senza l'espressa volontà dell'utente. I siti web responsabili utilizzano questa funzionalità per offrire agli utenti un servizio migliore. Tuttavia, per controllare il funzionamento degli oggetti locali condivisi, è possibile utilizzare le impostazioni di protezione di Adobe® Flash® Player.

Attraverso Gestione impostazioni di Flash Player è infatti possibile controllare la memorizzazione degli oggetti locali condivisi e scegliere un livello di protezione della privacy adatto alle proprie esigenze, che verrà mantenuto da Flash Player durante la navigazione nel web. Ciò comprende la disattivazione della memorizzazione degli oggetti condivisi di specifici siti web oppure di tutti gli oggetti condivisi.

Come funzionano gli oggetti locali condivisi?

Un oggetto locale condiviso può essere letto solo dal dominio del sito web che ha creato tale oggetto. Ad esempio, se in www.[sitoA].com è stato chiesto di memorizzare il nome utente, il sito potrà utilizzare Flash Player per scrivere un oggetto locale condiviso contenente le informazioni di accesso dell'utente. Tale oggetto potrà essere letto solo da www.[sitoA].com e non da www.[sitoB].com o da un qualsiasi altro indirizzo, ad esempio percorso2.[sitoA].com.

Vi sono inoltre i cosiddetti "oggetti locali condivisi di terze parti" che rappresentano un caso a sé. Per ulteriori informazioni, vedere Che cosa sono gli oggetti locali condivisi di terze parti?.

immagine

Gli oggetti locali condivisi che vengono memorizzati nel computer dai siti web visitati possono essere letti solo dal sito che li ha creati.

Com'è possibile disattivare gli oggetti locali condivisi?

Con Adobe Flash Player è possibile gestire in vari modi la capacità di un sito web di memorizzare informazioni in oggetti locali condivisi utilizzando il menu Impostazioni, accessibile facendo clic con il pulsante destro del mouse sul contenuto Flash, e la finestra di dialogo Gestione impostazioni. Per impostazione predefinita, Flash Player consente a ogni sito di memorizzare solo 100 KB di dati in un oggetto locale condiviso nel computer. Se per un sito è necessaria una quantità superiore di dati, verrà visualizzata una finestra di dialogo in cui viene richiesto di allocare più spazio. È possibile controllare la memorizzazione per singoli siti web o per tutti i siti web modificando le impostazioni di Flash Player. Flash Player consente inoltre di eliminare gli eventuali dati memorizzati. Per ulteriori informazioni sulla gestione delle impostazioni relative al contenuto locale, vedere la nota tecnica: Come gestire ed eliminare gli oggetti locali condivisi.

Conclusione

Gli oggetti locali condivisi consentono agli sviluppatori Flash e ai siti web di offrire agli utenti soluzioni di navigazione più avanzate e personalizzate. La maggior parte dei siti dispone inoltre di politiche di privacy che è consigliabile consultare per comprendere se e in che modo vengono utilizzate informazioni personali. La quantità di informazioni che si accetta di condividere con i siti web, i rivenditori o i pubblicitari Internet è una decisione personale del singolo utente. È quindi consigliabile configurare il browser e le impostazioni di Flash Player in base alle specifiche esigenze e preferenze.

Altre risorse

Adobe prende in seria considerazione la privacy dei propri clienti e garantisce la protezione delle informazioni personali sul web. Per offrire agli utenti esperienze di navigazione sempre sicure, Adobe si impegna inoltre a distribuire e migliorare continuamente i controlli della privacy di Flash Player.