Accessibility
 
Home / Products / UltraDev / Support / Downloads  
Icon or Spacer Macromedia Dreamweaver UltraDevSupport Center Release Notes

Dreamweaver UltraDev 4 - Note sulla versione

Questo documento riguarda alcuni argomenti non trattati nella documentazione di Dreamweaver UltraDev 4 e potrebbe venire aggiornato man mano che saranno disponibili nuove informazioni.

Requisiti di sistema
Informazioni importanti per l'aggiornamento da UltraDev 1
Problemi comuni a Windows e Macintosh
Problemi specifici di Windows
Problemi specifici di Macintosh
Problemi relativi ai set di caratteri a doppio byte e ASCII alto
Segnalazione dei bug

Requisiti di sistema

Windows Macintosh
Processore Intel Pentium o equivalente a 166 MHz o superiore Power Macintosh
Windows 95/98/2000, ME o NT 4.0 (Service Pack 5) OS 8.6 oppure OS 9.x
64 MB di RAM disponibile 64 MB di RAM disponibile
170 MB di spazio disponibile su disco 130 MB di spazio disponibile su disco
Monitor a 256 colori con una risoluzione di 800x600 pixel Monitor a 256 colori con una risoluzione di 800x600 pixel
Requisiti supplementari
UltraDev 4 si connette ad un database mediante la connessione definita sul server applicazioni. Tuttavia, se si esegue il server applicazioni sul proprio sistema (ad esempio, mediante Personal Web Server) o si desidera effettuare una connessione diretta dal proprio sistema al database, fare riferimento alle seguenti indicazioni:

> Microsoft Data Access Components 2.5 (solo Windows)
Per connettersi ai database mediante ADO oppure ODBC su Microsoft Windows 98 o NT versione 4, necessario Microsoft Data Access Components (MDAC) versione 2.5 o successiva. Spesso, MDAC viene installato automaticamente con applicazioni come Microsoft Office 2000. Se MDAC non installato o ne installata una versione precedente alla 2.5, possibile scaricare e installare la versione pi recente di MDAC qui.
> Mac OS Runtime per Java (solo Macintosh)
Per connettersi direttamente ai database da Macintosh con un driver JDBC di un produttore di database, richiesto Mac OS Runtime per Java (MRJ) versione 2.2 o successiva. Se su Macintosh non installato MRJ o installata una versione precedente alla 2.2, possibile scaricare e installare la versione pi recente di MRJ qui.
Requisiti consigliati per la creazione di dati dinamici
La creazione di un'applicazione Web in UltraDev consiste nella creazione di pagine dinamiche. Per eseguirle, richiesto un server Web che supporti le pagine dinamiche. UltraDev 4 include il supporto per Active Server Pages (ASP), Cold Fusion Markup Language (CFML) e Java Server Pages (JSP).

Per utilizzare UltraDev 4 con ASP, necessario un server ASP, come ad esempio:

> Microsoft IIS 4.0 o 5.0
> Microsoft Personal Web Server
> Chili!Soft ASP
Per utilizzare UltraDev 4 con CFML, necessario un server CFML, come ad esempio:
> Cold Fusion 4.0 o 4.5

Per utilizzare UltraDev 4 con JSP, necessario un server compatibile con JSP 1.0 o superiore, come ad esempio:

> IBM WebSphere 3.0 o 3.5
> BEA WebLogic
> Netscape iPlanet Enterprise Server
> Allaire JRun 3.0
> Jakarta Tomcat 3.1 o successivo
> Sun Java Web Server 2.0

Per la maggior parte delle applicazioni Web necessario un metodo per memorizzare e recuperare i dati presenti su un server di database. I database di piccole e medie dimensioni sono in grado di utilizzare un programma di database desktop come Microsoft Access. Le applicazioni di dimensioni superiori richiedono un sistema di database pi grande e di livello industriale, come Oracle 8i, Microsoft SQL Server o IBM DB2.

Informazioni importanti sul primo utilizzo di UltraDev 1
Se si gi utilizzato UltraDev 1, consigliabile effettuare un backup dei propri siti prima di installare UltraDev 4. In UltraDev 4 stato modificato il modo in cui vengono creati i recordset nella pagina. Bench UltraDev 4 consenta di convertire i recordset creati con versioni precedenti di UltraDev 1, importante tenere presente le informazioni seguenti.

> Quando vengono aperti, i recordset vengono convertiti nella nuova versione di UltraDev 4. Le versioni precedenti dei recordset NON possono essere ripristinate.
> Di conseguenza, importante effettuare una copia di backup di un sito prima di convertire i recordset con UltraDev 4.

Se si utilizza UltraDev 1, possibile conservare tale versione per continuare ad usare i recordset di formato precedente per le applicazioni di produzione o strategiche. Come impostazione predefinita, UltraDev 4 viene installato in una directory diversa. Effettuare una copia di backup di tutti i siti su cui si sta lavorando con la versione precedente e utilizzarne una copia separata con UltraDev 4.

Quando un recordset viene aggiornato da UltraDev 1 ad UltraDev 4, il codice personalizzato presente nel recordset non viene trasferito e deve essere riapplicato manualmente.

Problemi comuni a Windows e Macintosh

> ASP
Una volta aperta una pagina ASP VB di un sito ASP JS o una pagina ASP JS di un sito ASP VB, la direttiva della pagina viene modificata automaticamente quando viene aggiunto un comportamento server. Ci pu provocare degli errori in fase di esecuzione se gli script dei due linguaggi si trovano sulla stessa pagina con una sola direttiva di linguaggio.
> CF
In Cold Fusion, quando si utilizza la finestra di ispezione Propriet per associare dei dati al parametro oggetto, vengono visualizzati due attributi dinamici nella finestra di ispezione Comportamenti server.
> CF
Quando si creano delle aree ripetute con il modello server Cold Fusion, possibile che venga segnalato un errore che indica che tali aree non sono supportate e l'utente viene guidato nell'eliminazione dei tag cfoutput esterni. Ci avviene quando la selezione costituita da una riga che contiene un dato dinamico per una tabella gi compresa tra tag cfoutput.
> CF
Quando si aggiorna un'area ripetuta presente in una pagina Cold Fusion, gli attributi personalizzati non vengono conservati quando si sostituisce un'impostazione di tipo "repeat some" con "repeat all".
> CF
In Cold Fusion, la sessione Esegui login utente non scade quando il browser viene chiuso. Se si riavvia il browser, la sessione ancora attiva. Questo comportamento dovuto al server CF. Il server CF imposta il cookie dell'ID della sessione con una scadenza molto avanzata, tale da mantenere attivo il cookie anche dopo che il browser client stato terminato e riavviato.
> CF
Nella sezione relativa all'impostazione delle connessioni della Guida in linea non presente alcun riferimento a RDS.
> CF
Quando si utilizzano gli script CFML come User Authentication, necessario che un file di nome Application.cfm sia presente nella directory principale per abilitare le variabili di sessione. Il file Application.cfm viene eseguito prima di qualunque altro modello CF in una directory in cui presente il file Application.cfm.

necessario che il file Application.cfm contenga il codice seguente:
<CFAPPLICATION NAME="Name"
SESSIONMANAGEMENT="Yes" >

> CF
Cold Fusion richiede un nome utente per i database protetti da password. Se viene immessa una password, necessario immettere anche il nome utente. Se ci non accade, viene generato un errore che indica che la password non valida. Una soluzione per questo inconveniente consiste nell'impostare il nome utente Admin.
> JSP
Non consentito assegnare ad una pagina il nome default.jsp, poich ci provoca un errore del compilatore: infatti, default un termine riservato del linguaggio JSP.
> JSP
Con JSP su un server applicazioni Tomcat, l'esecuzione e l'invio di una pagina Elimina record che utilizza il reindirizzamento dell'URL provoca un errore di tipo "exhausted record", poich la pagina tenta di eseguire di nuovo l'interrogazione di un record che stato appena eliminato. La soluzione consiste nello spostare tutti i dati dinamici tra tag HTML all'interno di un'opzione "Mostra se il recordset non vuoto".
> JSP
Quando si utilizza JSP con Microsoft SQL Server e il driver com.inet.tds.TdsDriver, un oggetto chiamabile d una direzione di parametro "in/out" che in realt dovrebbe essere "out". Anche se si modifica la direzione del parametro in modo che sia out, quando si esegue di nuovo la finestra di dialogo dell'oggetto chiamabile, viene erroneamente reimpostata la direzione in/out.
> JSP
Quando si utilizza un JavaBean, i dati all'esterno di un'area ripetuta non vengono visualizzati per le raccolte. Poich la propriet non viene indicizzata se non si trova in un'area ripetuta, i dati dinamici di una raccolta non presentano valori al di fuori di un'area ripetuta e non vengono convertiti a partire dal cue visivo in Live Data.
> JSP
Il comportamento server Esegui login utente mostra delle incompatibilit con alcuni server JSP. Anzich utilizzare FileName.jsp o /FileName.jsp, utilizzare il nome file /Site-Root-OnAppServer/FileName.jsp, il quale funziona per tutti i server applicazioni JSP. L'API corrente indica /Site-Root-OnLocalMachine/, ma necessario /Site-Root-OnAppServer/. In alcuni casi, si viene reindirizzati alla pagina corrente, ma ";$sessionid$(id_sessione)" viene aggiunto alla stringa di interrogazione. In altri casi, l'URL viene formato in modo non corretto.
> JSP
Le chiamate getObject doppie provocano degli errori nei server compatibili con JDBC 1.0. UltraDev genera lo script mediante una chiamata getObject doppia dell'elenco/menu dinamico JSP. Come soluzione possibile utilizzare un driver diverso o modificare lo script del comportamento server.
> JSP
Il driver sun.jdbc.odbc non visualizza i dati dinamici per il tipo nvarchar, nchar o ntext di un database di SQL Server.
> JSP
Quando si utilizza un server applicazioni IBM WebSphere JSP, i percorsi di reindirizzamento dei comportamenti server devono essere completi (ad esempio, utilizzare /udtests/jsp/menu.jsp anzich menu.jsp).
> JSP
Quando si utilizza Live Data con una pagina JSP che ha JRun come server applicazioni, possibile che per la pagina non venga effettuato il rendering nella vista del documento se essa contiene dei tag "jrun". Live Data funziona con i tag "jsp:", ma al momento non supporta i tag "jrun" o altri tag personalizzati.
> JSP
Su JSP, il comportamento server Controlla nuovo nome utente consente di inserire dei nomi utente doppi.
> I comportamenti server Inserisci record, Aggiorna record ed Elimina record aggiungono sempre delle variabili di richiesta alla stringa di reindirizzamento URL. Gli utenti possono modificare la destinazione del reindirizzamento impostando una variabile all'interno del codice, ad esempio creando un nuovo comportamento server mediante Creazione comportamenti server.

Il nuovo comportamento server deve essere inserito al di sopra dell'HTML con un valore di weight pari a 25. In questo modo, il codice imposta la variabile MM_editRedirectUrl sulla destinazione del reindirizzamento. Se questa variabile viene aggiunta, non viene aggiunta alcuna variabile di richiesta.

> Non possibile utilizzare i caratteri compresi tra virgolette doppie nella finestra dell'interrogazione SQL. Come accade con gli alias, in SQL le virgolette doppie non vengono gestite correttamente e se si riapre la finestra di dialogo Recordset viene danneggiata l'istruzione SQL.
> Non possibile utilizzare due oggetti di stato della navigazione del recordset di due diversi recordset su una pagina. Quando viene applicato il secondo oggetto, tutti i nomi dei recordset a cui si fa riferimento nei blocchi degli script vengono cambiati nel secondo recordset, rendendo inattivo il primo oggetto.
> Non possibile utilizzare un termine riservato di JavaScript come parametro in un comportamento server creato con Creazione comportamenti server. Ad esempio, non utilizzare "URL" come parametro, poich si tratta di un termine riservato. Utilizzare piuttosto un nome modificato come "myURL".
> Per una pagina che stata creata con UltraDev 1, se l'intervallo di progettazione e la connessione in fase di esecuzione si trovano sullo stesso sistema locale e l'HTTP stato impostato su true, la connessione non funziona su UltraDev 4 poich si tratta di una connessione locale e in tal caso HTTP non dovrebbe essere impostato su true.

possibile risolvere questo inconveniente modificando HTTP="true" con HTTP="false" nel file di connessione generato da UltraDev 4 (ad esempio, <sito>/Connections/<nomeConnessione>.asp).

> I comportamenti server Inserisci record e Aggiorna record includono un'opzione "Invia come" per l'utilizzo dei tipi di dati della data di Access. Inoltre, se si utilizza un database di Access, possibile utilizzare sia il tipo dati della data di Access o il tipo di dati della data normale.
> L'URL del file del comportamento server Esegui login utente non viene aggiornato quando viene salvato un documento. Quando si individua un file in una cartella locale, se il documento non stato ancora salvato, viene assegnata una directory "file:\\macintosh\....". Tuttavia, una volta salvata la pagina, necessario aggiornare l'URL in modo che rispecchi il percorso relativo.
> Non possibile posizionare sulla stessa pagina i comportamenti server Vai a un record specifico e Vai a pagina correlata. Quando un comportamento server Vai a un record specifico e un comportamento server Vai a pagina correlata si trovano nella stessa pagina, il parametro Vai a URL viene cancellato. Se si desidera passare ad un'altra pagina di dettagli, necessario utilizzare il comportamento server Vai a pagina correlata.
> La pagina dei pulsanti e dei collegamenti testuali di Flash non deve consentire l'uso dei parametri dinamici. Flash considerer i dati come letterali ed essi non verranno elaborati in fase di esecuzione. L'uso dei parametri consentito, ad eccezione dei parametri dinamici.
> Quando in una pagina presente un comportamento server Proteggi pagina, essa non pu venire visualizzata in Live Data. Una soluzione per questo inconveniente consiste nell'aggiungere le variabili di sessione richieste agli script di inizializzazione delle impostazioni Live Data.
> Non possibile selezionare un file da una cartella diversa dalla pagina Dettagli con l'oggetto Live master/dettagli. La pagina dei dettagli deve trovarsi nella stessa cartella della pagina master.
> Se si desidera utilizzare Creazione comportamenti server per creare le versioni sia ASP/VB che ASP/JS dello stesso comportamento (e utilizzare lo stesso nome), al momento necessario apportare tali modifiche manualmente al file del comportamento.

Togliere manualmente la dichiarazione JavaScript presente nel file HTML contenuto nella cartella ASP sotto Server Behaviors. Inoltre, necessario che i blocchi di codice abbiano nomi diversi. Se in Vbscript presente Untitled1_block1, necessario modificarne il nome (ad esempio, Untitled1_block2 per JSP, block3 per CF e block4 per JavaScript).

> molto probabile che i comportamenti server creati mediante l'opzione di controllo del testo dinamico producano direttive nidificate. Questa opzione stata aggiunta per consentire alcuni casi speciali (ad esempio, i tag title dinamici). La soluzione consiste nel togliere manualmente le direttive nidificate dopo aver applicato il comportamento server.
> Se si modifica un'area ripetuta in un file che utilizza un modello, il recordset ad essa associato viene eliminato.
> Un comportamento server Menu di collegamento applicato ad un elenco/menu dinamico mostra la regione bloccata MM nel pannello Comportamenti. I tag beginlock ed endlock non sono in realt visibili nel Documento dell'utente. Piuttosto, sono visualizzati nell'interfaccia utente del comportamento JavaScript Menu di collegamento. Se ci avviene, la rimozione dello script potrebbe comunque comportare dei problemi residui. In tal caso, la soluzione consiste nell'eliminare del tutto il comportamento Menu di collegamento e ricominciare.
> Non possibile utilizzare il comportamento server Controlla nuovo nome utente se il campo SQLServer di tipo testuale. La soluzione consiste nel modificare in varchar il tipo di campo di database.
> Il comportamento server Limita l'accesso consente all'utente di accedere ad una pagina quando si convalidano i livelli di accesso se non stato definito alcun livello di accesso per l'utente. Per evitare che un utente abbia acceso a tutte le pagine se si utilizzano i livelli di accesso, verificare di impostare un livello di accesso per ciascun utente presente nel database. Se per un utente non impostato alcun livello di accesso, a tale utente non viene impedito di visualizzare le pagine.
> Le pagine Cold Fusion e JSP si interrompono se vengono impostate su caratteri maiuscoli. Il problema pu verificarsi in due modi diversi:
> Se l'utente ha caricato il file di include sul server, quando si passa a Live Data vengono visualizzati dei tag gialli nella parte superiore della pagina.
> Se l'utente non ha caricato il file di include viene generato un errore di Live Data o di Anteprima nel browser.

Non utilizzare le maiuscole nei tag quando si digita il codice per Cold Fusion o JSP.

Se l'opzione Maiuscole/minuscole forzate abilitata, necessario disabilitarla selezionando Modifica > Preferenze > Formato codice e deselezionando la casella di selezione corrispondente.

Inoltre: Se prima si utilizzano le maiuscole e successivamente si utilizzano le minuscole forzate, il tag di chiusura dell'intestazione non viene aggiornato e si ottiene <head></HEAD>.

> La funzione GIF-LZW descritta nel manuale relativo alle estensioni non inclusa in Dreamweaver UltraDev.
> La documentazione Uso di Dreamweaver e Uso di UltraDev (versione stampata e file PDF, nonch la Guida in linea) utilizza erroneamente il nome Package Manager quando si riferisce ad Extension Manager.
> ora possibile utilizzare i comportamenti nelle pagine dai modelli. I comportamenti vengono preservati anche se successivamente si aggiorna la pagina affinch incorpori le modifiche nel modello originale.
> Singoli attributi di immagine di Fireworks 4
Gli attributi link e alt assegnati ad una singola immagine in Dreamweaver non vengono visualizzati in Fireworks, ma vengono conservati.
> Per informazioni dettagliate sulla creazione di nuovi modelli di pulsante mediante Flash e l'oggetto testo di Generator, consultare l'articolo presente sul sito Web del centro di assistenza per Dreamweaver. Inoltre, visitare il sito Macromedia Exchange per scaricare pulsanti di Flash supplementari.
> In Dreamweaver UltraDev, gli oggetti Flash non rilevano automaticamente se nel browser dell'utente installato Flash. Se si desidera che venga eseguita tale operazione, utilizzare i comportamenti contenuti nel JavaScript Integration Kit per Macromedia Flash 5, disponibili in Macromedia Exchange.
> Netscape 6
Dreamweaver 4 non supporta integralmente Netscape 6. Per ulteriori informazioni, consultare il rapporto tecnico su Netscape 6 presente sul sito Web del centro di assistenza per Dreamweaver.
> Nuove modifiche alle scorciatoie da tastiera
Alcune scorciatoie da tastiera sono state modificate in Dreamweaver UltraDev 4 per mantenere l'uniformit con altri prodotti Macromedia. Inoltre, Dreamweaver UltraDev 4 viene fornito con una serie di scorciatoie da tastiera di Dreamweaver 3 per quegli utenti che preferiscono utilizzare le stesse scorciatoie di tale versione.
> La funzione Sincronizza potrebbe non funzionare in modo affidabile con l'integrazione con WebDAV se l'orario di sistema del server considerevolmente diverso da quello del computer.
> Per utilizzare il debugger JavaScript, necessario che nel browser siano abilitati Java e JavaScript.
> Il debugger JavaScript di Dreamweaver UltraDev funziona con i browser indicati di seguito:
> Windows
Internet Explorer 4.0 e successivi, Netscape 4.5 e successivi, ad eccezione di Netscape 6
> Macintosh
Netscape 4.5 e successivi, ad eccezione di Netscape 6

Problemi specifici di Windows

> Non possibile installare Dreamweaver UltraDev su un server NT o Windows 2000, a meno che non si disponga dei privilegi di amministratore. Bench uno specifico messaggio di errore ricordi tale limitazione, si tratta di una variazione rispetto alle versioni precedenti.
> Su Windows ME, un avviso di protezione del debugger viene spesso visualizzato in secondo piano rispetto alla finestra del browser in corso di debug e talvolta rispetto alle stesse finestre di Dreamweaver UltraDev. Per visualizzare questo avviso di protezione, possibile ridurre ad icona tutte le finestre oppure fare clic sulla finestra dell'avviso di protezione presente nella barra delle applicazioni per portarla in primo piano.
> Quando si utilizza il debugger JavaScript con Internet Explorer, possibile che Dreamweaver UltraDev sembri bloccarsi se si tenta di creare una nuova cartella o rinominare una cartella o un file in Windows mentre il debugger JavaScript aperto in Internet Explorer. Per risolvere questo inconveniente, dovrebbe essere sufficiente chiudere la finestra del browser.

Problemi specifici di Macintosh

> CF
Quando si lavora con Cold Fusion su Macintosh, necessario impostare la preferenza Interruzioni di riga su "CR LF (Windows)". Se un'interruzione di riga predefinita di Macintosh viene utilizzata con Cold Fusion, possibile che si verifichino alcuni problemi:
> Il server CFML considera il file come un'unica riga lunga. Se un CFSCRIPT contiene un commento "//", il resto dello script viene considerato come un unico commento di grandi dimensioni.
> WebDAV trasferisce i file Cold Fusion con gli a capo Macintosh, provocando dei problemi di gestione del file da parte di Cold Fusion Server.
> Con i comportamenti server Barra di navigazione, Master/dettaglio e Vai al record si verificano degli errori di Cold Fusion Server.

Per modificare le preferenze al fine di utilizzare le righe finali di tipo Windows, selezionare Modifica > Preferenze > Formato codice e impostare l'opzione Interruzioni di riga su "CR LF (Windows)".

> CF
Con Cold Fusion, Live Data segnala un errore se il percorso contiene uno spazio. Gli spazi a monte della cartella principale del sito sono solitamente accettabili, ma non possono esistere spazi nel percorso del sito stesso.
> Se si crea un comportamento server privo di parametri mediante Creazione comportamenti server, il nome del comportamento server non viene visualizzato nel pannello Comportamenti server quando esso viene applicato ad una pagina.

Esistono due possibili soluzioni:

> In Creazione comportamenti server, creare un parametro e successivamente eliminarlo.
> Aggiungere manualmente un tag title al file del gruppo XML.
> Quando si avvia il debugger JavaScript, possibile che venga visualizzato pi volte l'avviso "Attendere il caricamento dell'applet Debugger di Dreamweaver.\\nDopo aver abilitato l'esecuzione dell'applet, fare clic su OK.". Dopo aver fatto clic su alcuni di questi messaggi di avviso, il debugger viene avviato.
> BBEdit 6.01 corregge due bug presenti nell'integrazione Dreamweaver-BBEdit. La versione dimostrativa di BBEdit 6.01 e il programma di aggiornamento di BBEdit 6.01 verranno inclusi nel CD di Dreamweaver. UltraDev 4 per Macintosh. Gli utenti che hanno gi acquistato BBEdit 6.0 possono ricorrere al programma di aggiornamento gratuito che risolve l'integrazione con Dreamweaver UltraDev. Consultare le note sulla versione di BBEdit 6.01 per ulteriori dettagli oppure la pagina degli aggiornamenti di BBEdit per scaricare il programma di aggiornamento.
> L'integrazione con SourceSafe su Macintosh richiede alcune operazioni supplementari di configurazione prima di poter iniziare l'utilizzo. Consultare la sezione relativa alle operazioni con SourceSafe su Macintosh presente sul sito Web del centro di assistenza per Dreamweaver per le istruzioni dettagliate di configurazione dell'integrazione SourceSafe per Dreamweaver.
> Su Macintosh, il comando Crea album fotografico Web non funziona se non ci sono documenti di Dreamweaver UltraDev aperti.
> possibile che il pulsante Cerca della Guida in linea Uso di Dreamweaver, Uso di UltraDev o Estensione di Dreamweaver e di UltraDev non funzioni in Internet Explorer 4.5 su Macintosh. Effettuando l'aggiornamento ad Apple Mac OS Runtime per Java (MRJ) 2.2.3 il problema dovrebbe venire risolto.
> possibile che il pulsante Cerca della Guida in linea Uso di Dreamweaver, Uso di UltraDev o Estensione di Dreamweaver e di UltraDev non funzioni in Netscape 6 su Macintosh. Per risolvere questo inconveniente, impostare un altro browser come browser principale in Dreamweaver.
> Il debugger JavaScript non funziona quando il protocollo TCP/IP impostato su PPP e non si collegati.

> Una volta lanciata la Guida in linea, se si fa clic su UltraDev in modo relativamente rapido si ottiene un punto di inserimento del testo invisibile, nessuna funzione dei tasti della tastiera e, se si tenta di selezionare il testo, vengono visualizzate delle aree evidenziate interrotte.

Problemi relativi ai set di caratteri a doppio byte e ASCII alto
Tutti i modelli di server

> Evitare di utilizzare dei DSN contenenti caratteri a doppio byte o accentati.
> Shift JIS l'unica codifica giapponese supportata.
> Evitare di utilizzare nomi e percorsi di file contenenti caratteri a doppio byte.

JSP

> UltraDev supporta solo il server applicazioni IBM WebSphere JSP sui sistemi operativi a doppio byte. Per altri server applicazioni JSP sono note delle incompatibilit con i set di caratteri a doppio byte.
> Solo i seguenti driver sono stati verificati per l'utilizzo con UltraDev e sono supportati per la corretta gestione dei dati a doppio byte con l'utilizzo di un server applicazioni. Verificare che l'opzione "Utilizzando il driver sul server applicazioni" sia selezionata.
> Oracle Thin Driver
> IBM DB2 App Driver
> IBM DB2 Net Driver
> I nomi a doppio byte di tabelle, colonne e stored procedure non sono supportati.
> La creazione di un filtro per una stringa con caratteri a doppio byte funziona sul server, ma quando si utilizza il pulsante Prova non vengono restituiti i dati corretti.
> I nomi delle classi JavaBean non devono contenere caratteri a doppio byte o accentati.

Cold Fusion

> Cold Fusion Server non supporta i nomi di tabelle, colonne e stored procedure contenenti caratteri a doppio byte o accentati.

Segnalazione dei bug
Se stato rilevato un bug, possibile segnalarlo via e-mail al team di UltraDev, avendo cura di includere le seguenti informazioni:

=======================
Nome:
E-Mail:
Numero telefonico:
=======================
Descrizione del bug
=======================
Riepilogo:
Operazioni da riprodurre:
1.
2.
3.
Risultati previsti:

Risultati effettivi:
=======================
Piattaforma:
=======================
Power Macintosh________
Windows 95/98________
Windows NT________
Windows 2000________
Windows ME________
=======================
Informazioni sul sistema:
=======================
Hardware:
Versione sistema operativo:
RAM:
=======================
importante che il messaggio e-mail riporti la frase Bug Report: [brevissimo riassunto del problema] nell'oggetto, in modo da permettere al team di UltraDev di distinguere le segnalazioni di bug dalle richieste di nuove funzioni. Ad esempio, "Bug Report: Can't see JPEGs".