Dati di terze parti

I dati concessi in licenza dagli aggregatori arricchiscono i profili cliente e contribuiscono a creare esperienze più significative. Derivano dal consolidamento di siti e app e si fondono con i dati proprietari, quelli provenienti dai canali earned e quelli forniti dai partner per offrirti una visione più solida della tua clientela.

Adobe è tra i leader nel report “The Forrester Wave: Data Management Platforms”. Leggi il report ›

I dati di terze parti possono darti qualche grattacapo.

 

I marchi possono avere difficoltà a riconoscere l’utilità dei fornitori di dati di terze parti.

Gestione di più fonti dati.

Gestione di più fonti dati.

Mancanza di trasparenza.

Mancanza di trasparenza.

Limiti sulla riservatezza dei dati.

Limiti sulla riservatezza dei dati.

Problemi di integrazione dei sistemi.

Problemi di integrazione dei sistemi.

I dati di terze parti contribuiscono a rimediare alle esperienze cliente di bassa qualità.

 

L’integrazione efficiente dei dati favorisce risultati di marketing migliori.

Audience intelligence migliore.

Audience intelligence migliore.

Aggiungere dati di terze parti a quelli proprietari arricchisce i profili cliente, offrendoti elementi di conoscenza più utili che possono essere usati per migliorare la personalizzazione e i tassi di interazione.

Più opportunità di targeting.

Più opportunità di targeting.

Le informazioni aggiuntive fornite dai dati di terze parti possono essere usate per il targeting demografico, comportamentale e contestuale, che può favorire l’aumento dell’engagement.

Presenza più ampia.

Presenza più ampia.

I dati di terze parti possono rivelare nuovi segmenti di pubblico al di fuori dei segmenti di clientela essenziali o aiutarti a trovare destinatari che si comportano in modo simile ai clienti abituali.

Miglioramenti non solo per le campagne a pagamento.

Miglioramenti non solo per le campagne a pagamento.

I dati provenienti da fonti di terze parti possono essere usati non solo per aumentare il successo delle campagne sui media a pagamento. Puoi ottimizzare le esperienze d’uso di app e siti web, personalizzare le offerte e-mail e acquisire elementi di conoscenza migliori sulle audience con una soluzione di analisi.
 

Adobe può esserti d'aiuto.

Adobe può esserti d'aiuto.


Adobe Audience Manager assimila dati di terze parti, unendo i punti dati con l’intelligence interna e dei partner per fornirti una visione più completa delle tue audience. Crea e attiva in modo semplice e veloce dei segmenti di pubblico ad alto valore che possono essere condivisi tra i tuoi team.


I clienti Adobe sono esperti di marketing che si lasciano guidare dai dati.

 

I marchi innovativi stanno capitalizzando sui dati di terze parti per completare i profili di audience e distribuire esperienze pertinenti.

Per noi è importante conoscere innanzitutto le prestazioni di ogni singolo percorso.

"Adobe Target, Analytics e Audience Manager lavorano insieme per noi…per permetterci di comprendere che tipo di destinatari raggiungere in modi diversi, come e perché."
– Didrik Fjelstad, VP brand e marketing, SAS

Per noi è essenziale offrire un'esperienza positiva prima di [un] viaggio.

"Con Audience Manager siamo in grado di creare un approccio più consolidato per interagire con il cliente. Il digitale oggi ci consente di lavorare con gruppi di destinatari più ristretti e molto [più] precisi, ai quali possiamo presentare messaggi più pertinenti e molto più concreti."
– Jasper Graf von Hardenberg, Direttore esecutivo della strategia, C3 Creative Code and Content GmbH

Domande frequenti sui dati di terze parti.

I dati di terze parti possono essere di aiuto per la personalizzazione?
Le piattaforme di demand efficienti consentono di presentare contenuti personalizzati su siti web, e-mail e app mobile e di adottare decisioni informate per l’acquisto di spazi pubblicitari sulle reti paid. Sono in grado di personalizzare la pubblicità per i tuoi clienti, ma anche per le audience simili, ovvero quei segmenti di pubblico che presentano caratteristiche demografiche o comportamentali simili.

Le fonti di dati private sono l’unica opzione per ottenere dati di terze parti?
No. Vi sono fonti pubbliche, come i database della Pubblica Amministrazione, che possono fornire informazioni essenziali in grado di rivelare gli interessi degli utenti in base al loro stile di vita, il ciclo di acquisto e tanto altro.

Perché i dati di prime parti sono fondamentali per rendere proficui i dati di terze parti?
Mentre i dati di terze parti consentono di creare una vista a 360 gradi dei clienti, i dati di prime parti ti permettono sfruttarli per differenziare il tuo marchio dalla concorrenza. Inoltre, avere dati di prime parti ti consente di usare i dati di terze parti per migliorare l’intelligence per i clienti esistenti.

I dati di terze parti includono solo interazioni digitali?
No. I dati di terze parti possono essere raccolti non solo dai punti di contatto digitali. Possono rappresentare interazioni avvenute nel mondo reale quali acquisti offline, attività tramite call center e campagne di direct mailing.

Adobe può mettermi in contatto con fornitori di dati di terze parti?
Sì. Audience Marketplace, un marketplace esclusivo per lo scambio di dati in Audience Manager, consente a inserzionisti ed editori di acquistare dati di terze parti concessi in licenza da aggregatori. Attraverso integrazioni server-to-server con Audience Manager, i fornitori di dati possono impostare trasferimenti di dati a intervalli regolari di 12 ore.

Quali insiemi di dati di terze parti sono disponibili in Adobe Audience Marketplace?
Sono disponibili dati da importanti fornitori quali Nielsen, Acxiom e Lotame. Puoi acquisire insiemi di dati specifici per il tuo settore e ottenere informazioni approfondite su comportamenti online e offline, caratteristiche demografiche, comportamenti di spesa, affinità e tanto altro.

Parliamo di cosa può fare Adobe Experience Cloud per il tuo business.

Parliamo di cosa può fare Adobe Experience Cloud per il tuo business.