Che cos’è un contratto di opzione?

Scopri in che modo gli investitori acquistano e vendono opzioni put e call per ottenere un profitto elevato mediante contratti di opzione.

Gli investitori utilizzano contratti di opzione per acquistare e vendere risorse in futuro a prezzi prestabiliti per ottenere un profitto. La data convenuta in futuro è detta data di scadenza, mentre il prezzo stabilito è detto strike price (prezzo di esercizio).

Esistono due tipi di contratti di opzione: put e call. Le opzioni put vengono utilizzate se si pensa che i prezzi futuri diminuiranno, mentre si utilizzano le opzioni call se si pensa che aumenteranno. In entrambi i casi, tuttavia, questi contratti consentono di acquistare e vendere opzioni per ottenere il massimo profitto prima della data di scadenza. Vuoi saperne di più sui contratti di opzione? Scopri questi suggerimenti utili per approfondire l’argomento.

Per quali scopi vengono utilizzati i contratti di opzione?

È possibile utilizzare un contratto di opzione per ottenere un profitto e/o compensare i valori di un investimento che si possiede già. Tuttavia, poiché i contratti di opzione possono essere rischiosi, si consiglia di utilizzare questo tipo di contratto per valori immobiliari o azionari futuri che è possibile prevedere in tutta sicurezza.

In cosa differiscono i contratti di opzione e i contratti a termine?

I contratti a termine e i contratti di opzione sono simili: entrambi permettono di definire i prezzi nel presente per risorse che possono essere comprate e vendute in futuro. Entrambi sono utilizzati nella speranza di ottenere un profitto.

La loro unica, principale differenza risiede nel fatto che un contratto di opzione consente di acquistare o vendere azioni prima della data di scadenza del contratto. Un contratto a termine impone invece di acquistare o vendere alla data di scadenza.

Scopri come scrivere un contratto dettagliato e tutto quello che puoi fare con Adobe Acrobat Pro DC con firma elettronica.