Che cos’è un contratto unilaterale?

Scopri cosa significa il termine “contratto unilaterale” con questa guida pratica per decifrare e definire una terminologia contrattuale specifica.

Che tu abbia stilato o meno contratti in precedenza, probabilmente sai già quanto sono importanti quando si tratta di fare affari. Tuttavia, con una terminologia confusa e un numero imprecisato di tipi di contratti diversi, trovare quello più adatto a te può essere difficile.

Ecco dunque una spiegazione rapida di un tipo di accordo comune: il contratto unilaterale. Continua a leggere per saperne di più su cosa è, perché è importante e sui tre aspetti principali da conoscere in merito.

Ma che cos’è un contratto unilaterale?

Un contratto unilaterale, diversamente dal più comune contratto bilaterale, è un tipo di accordo in cui una parte, talvolta denominata offerente, fa un’offerta a una persona fisica o giuridica o al pubblico in generale. Affinché il destinatario riceva quanto promesso dell’offerente, è necessario che le due parti eseguano l’atto o il servizio richiesto nell’accordo.

Un contratto bilaterale contiene accordi e impegni predefiniti tra due parti, mentre in un contratto unilaterale non vi sono impegni tra le parti. Al contrario, l’offerente chiede al destinatario di eseguire un atto, soddisfare una richiesta o fornire un servizio.

Che cosa c’è da sapere sui contratti unilaterali.

Trasforma le tue abilità contrattuali.

Ti stai preparando a stipulare contratti unilaterali efficaci? Ora puoi. Scopri subito tutto quello che puoi fare con Adobe Sign.