Per i leader IT di oggi, l'esperienza è ancora sovrana.
Report di Econsultancy: Tendenze digitali 2018

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Da anni ormai i marketer ritengono fondamentale basarsi sui dati. E a ragione. La ricchezza di informazioni che arrivano alle organizzazioni attraverso la proliferazione di sistemi e app digitali rappresenta per i marketer un’opportunità enorme di capire meglio quando, dove e come i clienti interagiscono con il loro marchio.

Ma orientarsi ai dati non è abbastanza. I dati, di per sé, non forniscono conoscenze e approfondimenti. Le organizzazioni di maggior successo usano i dati per prendere decisioni ponderate, invece di imporle. E i marketer più esperti sanno che creare esperienze personalizzate e uniformi è ancora il modo migliore per conquistare i cuori dei clienti.

Adobe ha indagato in collaborazione con Econsultancy le tendenze digitali più significative nei mercati EMEA che influenzeranno i professionisti del marketing, della creatività e della tecnologia nel 2018. I risultati parlano da soli.

Le organizzazioni con "un piano coerente e a lungo termine" per l'esperienza cliente hanno il doppio delle probabilità di superare i concorrenti.

spazio
Dalla progettazione ai risultati.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ovviamente, la customer experience continua a basarsi sui dati. Eppure non si tratta solo di fornire i contenuti giusti, al pubblico giusto, al momento giusto. Si tratta di creare esperienze memorabili in grado di stabilire una relazione con i clienti. E questo comincia con la progettazione.

Oggi più che mai, la progettazione è parte integrante della strategia di customer experience (CX). In effetti, i marchi affermano che un approccio basato sulla progettazione permette di distinguersi meglio dai concorrenti che si affidano esclusivamente ai dati.
Aerogramma 69%

Le organizzazioni che si autodefiniscono come "orientate al design" hanno il 69% di probabilità in più di aver superato i propri obiettivi di business di un margine significativo.

spazio
Vecchi strumenti, nuovi trucchi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Anche la ricerca sta riscuotendo un rinnovato interesse. La ricerca mobile è una tendenza digitale che sta diventando sempre più importante nella nostra vita quotidiana: lo dimostra il fatto che cerchiamo risposte immediate a domande che emergono d’impulso, spesso mentre siamo in movimento.

Ma ancora una volta, man mano che le aziende si concentrano sempre più sull'esperienza, diventa fondamentale riuscire a migliorare in modo creativo la SEO, creando allo stesso tempo esperienze in grado di offrire qualcosa di rilevante, personalizzato e nuovo. Internet è già saturo di contenuti sulla "trasformazione digitale": quale visione innovativa può mettere sul piatto la tua azienda?
40%

La ricerca a pagamento (PPC) ha registrato il maggior balzo in avanti nella percentuale di marketer che prevede di aumentare il budget per il 2018 (40%).

spazio
Il contenuto è ancora il re.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In parole povere, non possono esistere grandi esperienze senza grandi contenuti. Il contenuto è la linfa vitale delle attività di marketing su tutta una serie di diversi punti di contatto, relativi a proprietà digitali owned e di terze parti, dal sito web e dal copy pubblicitario fino al marketing via e-mail e alle attività sui social media. È il carburante che alimenta le esperienze digitali senza le quali l'attività della maggior parte delle aziende finirebbe per bloccarsi. E le aziende stanno cercando di internalizzarle sempre più, facendole gestire alle persone che conoscono meglio il loro business e i loro clienti.
Aerogramma 56%

Per le organizzazioni, la priorità principale in relazione al digitale, nel 2018, è la gestione dei contenuti e delle esperienze. Quasi la metà (45%) delle aziende che hanno partecipato al sondaggio la classifica come una delle tre aree prioritarie più importanti per l'anno a venire; un quinto (20%) la indica come obiettivo principale.

Aerogramma 58%

Il content marketing (58%) è l'area in cui gli intervistati hanno maggiori probabilità di pianificare un aumento del budget nel corso del 2018 e d’altro canto una quota significativa di marketer (48%) alloca un maggiore investimento anche alla gestione dei contenuti.

spazio
Il tempo reale restituisce risultati reali.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tuttavia, anche il contenuto più coinvolgente non può spostare l'ago della bilancia se il pubblico non lo vede. Ecco perché la personalizzazione, la gestione e la distribuzione delle risorse è cruciale per massimizzare e ottimizzare le prestazioni e creare flussi di lavoro senza interruzioni ed esperienze utente (UX) che non risultino in alcun modo invasive per il cliente. Di fatto, rispetto ai loro omologhi tradizionali, le aziende con le prestazioni migliori hanno il doppio delle probabilità di autodefinirsi “digital-first” e quasi il triplo di probabilità di aver investito in tecnologie integrate basate su cloud per gestire tutte le loro risorse ed esperienze.
Aerogramma 50%

Rispetto ai loro omologhi, le organizzazioni con le performance migliori hanno il 50% di probabilità in più di disporre di percorsi utente ben progettati che facilitano una comunicazione chiara e transazioni senza problemi.

Aerogramma 5k

Per le aziende con le performance migliori, la probabilità di concentrarsi su iniziative IoT (Internet of Things) e AI (intelligenza artificiale) come i robot per offrire in tempo reale esperienze incentrate sul cliente è più che doppia.

spazio
È tutta questione di ROI.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tuttavia, anche con tutti gli strumenti di misurazione e gestione a disposizione di un marketer, il ROI rimane in qualche modo inafferrabile. In effetti, solo una minoranza di esperti di marketing ripone grande fiducia nella propria capacità di attribuire ai programmi di marketing i ricavi corrispondenti. Ecco perché è così importante investire in tecnologie e persone con le giuste competenze digitali e analitiche per interpretare e sfruttare al massimo tutti i dati di cui dispone la tua organizzazione.

Ne consegue che metriche futili e KPI standard non assicurano né incrementano i budget di marketing. È fondamentale che le aziende definiscano e perseguano obiettivi di business condivisi in grado di generare valore, per poi riunire tutti i dati pertinenti in una visione olistica che permetta di comprendere appieno e offrire esperienze incentrate sul cliente.

Vuoi saperne di più su come queste principali tendenze digitali possono trasformare la tua strategia CX?