LEZIONE 4

Nuove abitudini lavorative possono portare vantaggi duraturi.

La pandemia di COVID-19 ha messo ogni azienda, Adobe compresa, di fronte a nuove sfide. In questa guida in sei capitoli condividiamo le lezioni che abbiamo imparato, tra cui l’importanza di disporre di informazioni approfondite sui clienti in tempo reale.

Il digitale prima di tutto: essenziale, ma anche vantaggioso.

Prima del COVID-19 gli affari si facevano quasi solo in presenza, dalla chiusura degli accordi alle cene di lavoro. L'esperienza digitale, pur essendo importante nel customer journey, spesso accompagnava quella in presenza, ma non costituiva l'evento principale.

 

Ah, come sono cambiati i tempi. In un’epoca in cui le interazioni faccia a faccia non sono più possibili, abbiamo la prova concreta del fatto che l'esperienza digitale è ormai diventata imprescindibile.


"Bisogna essere agili, e non limitarsi a fare le cose come le facevamo prima. Devi trovare subito la soluzione più adatta al momento e all'utente."

 

Sergio Claudio

Senior director di Adobe.com Enterprise, Adobe

Foto ritratto di Christopher Parkin

Cambiare è difficile, ma può fare bene.

Le aziende che avevano già delle basi digitali sono riuscite ad adottare nuove abitudini lavorative senza difficoltà. Ma anche chi non era altrettanto pronto sta trovando il modo di adattarsi, alcuni temporaneamente, altri per sfruttare i vantaggi che deriverebbero dal rendere queste abitudini permanenti. 

 

Pur essendo un'azienda di trasformazione digitale, Adobe ha dovuto far fronte ad alcuni cambiamenti dovuti al COVID-19. In una realtà di distanziamento sociale e isolamento domiciliare è stato necessario trovare il modo di trasferire l'Adobe Summit online, senza rinunciare a offrire ai nostri clienti quello che amano delle esperienze dal vivo, come le sessioni di domande e risposte e il tempo dedicato al networking e alle interazioni a tu per tu con relatori, colleghi, promotori ed esperti. 

 

In sole tre settimane ce l’abbiamo messa tutta, abbiamo cercato nuove potenziali tecnologie da sfruttare e fatto moltissimi straordinari per rendere un enorme evento in presenza a Las Vegas del tutto virtuale, con numerose presentazioni introduttive e oltre 100 sessioni di approfondimento. Il tutto registrato dal salotto di casa dei presentatori. Ma come ogni cosa fatta in poco tempo, ci sono state sfide da affrontare. 

 

"Presto ci siamo resi conto che realizzare video con la qualità elevata di sempre sarebbe stato impossibile, date le circostanze”, afferma Sergio Claudio, senior director di Adobe.com Enterprise presso Adobe. "E farlo in tempo reale aggiungeva tutta una serie di rischi, come eventuali interruzioni o sforamenti sugli orari”. Quindi abbiamo optato per dei video preregistrati, che potevamo modificare. Preregistrare i video aveva anche un altro vantaggio: potevamo tradurli in altre lingue, come giapponese, francese e tedesco. Per le domande e la chat abbiamo usato una combinazione di moderazione in tempo reale e IA. 

 

Dovevamo pensare anche a come gli utenti avrebbero usufruito dei contenuti. Abbiamo deciso di puntare sulla flessibilità. Invece di lunghe presentazioni, abbiamo creato video più brevi che le persone potessero guardare a proprio piacimento, divisi in capitoli in modo da poter passare subito al contenuto desiderato. 

 

Abbiamo imparato molto in corso d'opera. "Adattando le presentazioni per renderle virtuali e gratuite per tutti, l'evento è diventato subito più accessibile a un maggior numero di persone", afferma Claudio. "Abbiamo però anche imparato che la gente vuole presentazioni dal vivo e interattività. Per il prossimo evento stiamo quindi valutando di adottare un approccio ibrido".


"Adattando le presentazioni per renderle virtuali e gratuite per tutti, l'evento è diventato subito più accessibile a un maggior numero di persone."

 

Sergio Claudio

Senior director di Adobe.com Enterprise, Adobe

Foto ritratto di Christopher Parkin

Guarda il lato positivo anche nel caos.

Le famiglie di tutto il mondo stanno facendo i conti con le conseguenze della chiusura delle scuole. E non solo quelle con bambini piccoli. Negli Stati Uniti, gli studenti della Tyler School of Art and Architecture della Temple University da un giorno all’altro non hanno più avuto accesso agli strumenti di progettazione e alle risorse disponibili sul campus. Anche se abituati a usare strumenti digitali, molti di loro sentivano il bisogno di disporre anche degli strumenti fisici del campus. In poco tempo, però, hanno scoperto quanto era possibile fare online e come gli strumenti digitali alimentassero la loro creatività. "Vivere quest'esperienza e imparare insieme agli studenti le potenzialità di Adobe Dimension e Adobe Stock ci ha permesso di trovare finalmente il lato positivo del trasferimento online delle lezioni durante questo semestre di primavera", afferma Abby Guido, assistente universitaria di progettazione grafica e interattiva alla Temple University.

 

In Australia il Dipartimento dell’Istruzione del Nuovo Galles del Sud ha riscontrato che la preparazione digitale ripaga sempre. Durante gli ultimi incendi devastanti, sono stati in grado di diffondere contenuti nei loro 2200 siti web scolastici e in 1400 pagine Facebook per avvisare le famiglie della chiusura delle scuole. Hanno usato lo stesso sistema di notifica per il COVID-19.

Come cavarsela alla grande con le nuove abitudini lavorative.

Con così tante persone a casa a causa del COVID-19, il servizio di streaming audio Tuneln ha trovato un modo per offrire un'UX radio digitale personalizzata nel momento di maggiore bisogno. Anche i dipendenti di Tuneln lavoravano da casa, perciò, oltre alle esperienze offerte, è stato necessario adattare anche i flussi di lavoro. Fortunatamente un anno fa erano passati ad Adobe XD ed erano già abituati a progettare prototipi vocali, realizzare wireframe e collaborare in-app. "Abbiamo la possibilità di condividere ogni cosa nel cloud e di trasmettere i nostri nuovi design a tutto il team. È un gran bel vantaggio per noi adesso", afferma Hongwei Huang, senior product designer presso Tuneln.

 

Che si tratti di passare agli eventi virtuali, sostenere i dipendenti che lavorano da remoto o reinventare il modo di fare business durante la crisi, tutto si basa sulla costruzione di relazioni con dipendenti e clienti. E sulla creazione di valore a lungo termine.

Considerazioni principali:

Considerazioni principali

Fai dell'esperienza digitale l'evento principale, non solo un accessorio. Cerca di ricreare online quello che i tuoi clienti amano delle esperienze in presenza.

Considerazioni principali

Investi in strumenti digitali che faciliteranno la transizione verso nuove abitudini lavorative e continueranno a darti benefici anche in futuro.

Considerazioni principali

Valuta come i tuoi contenuti verranno utilizzati in condizioni di lavoro da remoto e maggiore distrazione. Fai in modo che siano brevi e flessibili.

Considerazioni principali

Ottimizza i flussi di lavoro per favorire la collaborazione e l’azione rapida, soprattutto se i membri del tuo team non possono lavorare insieme di persona.

Considerazioni principali

Esamina l'impatto che il coronavirus ha avuto in altri settori e aree geografiche.


A SEGUIRE

Lezione 5

Lezione 5

Tutto va rivalutato, dalle strategie alla struttura.

Scopri le altre lezioni online

Leggi tutte le sei lezioni su come adattarsi e migliorarsi durante una pandemia.

Lezione 1: Non si può più prescindere dalle informazioni sui clienti in tempo reale

Come i dati sui clienti e il nostro team di field marketing ci hanno permesso di adattare in fretta la nostra strategia. E come NASCAR ha sfruttato la tecnologia digitale per analizzare nuovi ampi segmenti di pubblico dopo il trasferimento delle gare online.

Lezione 2: L’agilità è fondamentale per adattarsi durante una pandemia

Come il nostro team di risposta alle crisi ha creato e distribuito un nuovo modello di comunicazione in poche settimane. E come il rivenditore di farmaci 1mg ha inviato e-mail a 14 milioni di utenti per chiarire la confusione sul COVID-19.

Lezione 3: Ora più che mai c'è bisogno di contatto umano

Come siamo rimasti in contatto con i nostri clienti. E come Vitamix sta avvicinando le persone grazie al cibo. Infine, i nuovi modi che le compagnie teatrali e le orchestre stanno adottando per continuare a coinvolgere il pubblico.

Lezione 4: Nuove abitudini lavorative possono portare vantaggi duraturi

Cosa abbiamo imparato trasferendo online l'Adobe Summit in sole tre settimane. E come, durante l’emergenza COVID-19, il Dipartimento dell’Educazione del Nuovo Galles del Sud in Australia sta sfruttando ciò che ha imparato dagli incendi dello scorso anno.

Lezione 5: Rivalutare ogni aspetto, dalla strategia alla struttura

Come rispondiamo alle esigenze del personale in telelavoro. E cosa stanno scoprendo i retailer di tutto il mondo. Infine, come TSB Bank ha ripensato i propri servizi digitali e i vantaggi che ne ha tratto.

Lezione 6: Non si torna più indietro: accelera la tua transizione digitale

Come mettiamo la nostra community di apprendimento online al servizio dei clienti. E come l’emergenza COVID-19 ha costituito un terreno di prova per gli sforzi digitali dell’Ufficio del censimento degli Stati Uniti.


Copertina dell’e-book - Abbiamo reinventato la normalità

E-BOOK

Scarica la guida

Richiedi la guida in formato e-book: al suo interno troverai tutte le sei lezioni corredate da esempi aggiuntivi.