2021 Digital Trends predicts a post-pandemic future.

Il report sulle tendenze digitali per il 2021 fa il punto su un momento storico che ha segnato una svolta. Analizziamo la situazione da due punti di vista: cos’è cambiato dall’impatto della pandemia e cosa stanno pianificando le aziende per il 2021. Scarica il report per accedere ad approfondimenti e suggerimenti.

Il periodo più innovativo nella storia del marketing.

Il 2020 ha accelerato rapidamente tendenze che erano già all'orizzonte. Il 92% dei dirigenti senior concorda sul fatto che il lockdown abbia reso ancora più prioritaria la trasformazione digitale. Nel report sulle tendenze digitali per il 2021, gli alti dirigenti condividono le intuizioni che hanno ricavato sul lavoro in questo periodo turbolento.

La nuova normalità sarà digitale.

In un solo anno, il tasso di adozione del digitale ha superato da cinque a dieci volte quello previsto. I periodi di lockdown, l’incertezza economica e la perdita di prevedibilità hanno costretto clienti e aziende a riversarsi online come un fiume in piena. Questa migrazione ha ribaltato i rapporti di forza tra clienti e rivenditori, con i primi che ora hanno un maggior controllo sulla relazione e sono meno fedeli a marchi e prodotti. A ciò si aggiunge il fatto che il 60% delle aziende ha riscontrato nuovi comportamenti di acquisto, ad esempio cambiamenti nelle dimensioni medie del carrello e negli interessi relativi ai prodotti. I disagi associati alla pandemia hanno anche messo a dura prova il settore B2B, inducendo molte aziende a richiedere un livello di convenienza simile ai consumatori. Adobe sottolinea da anni l'importanza della customer experience, e le aziende che avevano già investito su questo fronte hanno ottenuto grandi risultati nella seconda metà del 2020. Quando torneremo alla normalità, non c'è dubbio che la nuova normalità sarà digitale.

Il marketing si è guadagnato un posto al tavolo delle decisioni.

Il 2020 verrà ricordato come l'anno in cui il marketing è entrato in sala riunioni. L'80% dei dirigenti senior sostiene infatti che il marketing abbia assunto un ruolo più decisivo nella definizione della strategia dall’inizio della pandemia. I consumatori tradizionali si sono spostati online, rendendo l'ambiente digitale ancora più importante in questo momento. E mentre le aziende fanno di tutto per comprendere il consumatore digital-first, questa priorità ha dato risalto al marketing. Nel 2021, la battaglia si giocherà sulla velocità e sull'agilità. Ora che molte aziende hanno a disposizione una miniera di dati preziosi, ciò che fa la differenza è la velocità con cui sono in grado di personalizzare l'esperienza e rispondere al comportamento dei consumatori. Aspettiamoci quindi di vedere più investimenti e innovazioni nell'infrastruttura tecnologica insieme al marketing.

Il crescente ricorso al lavoro da casa.

Uno dei cambiamenti più profondi è rappresentato dal passaggio al lavoro da casa. Il report sulle tendenze digitali per il 2021 ha rivelato che il 28% degli esperti di marketing lavorava da casa almeno 1-2 giorni alla settimana nel primo trimestre del 2020. Appena sei mesi dopo, alla richiesta di previsioni sulle situazioni post-pandemiche, questa percentuale è salita all'80%. Lungi dal subire il forte calo della produttività che alcune aziende temevano, il 70% dei dirigenti ha dichiarato che la produttività è rimasta stabile o addirittura è migliorata. Questo pone le aziende dinanzi a un dilemma interessante in vista di un ritorno alla normalità: alcuni dipendenti non vedono l'ora di tornare in ufficio, mentre altri non vogliono riprendere a fare i pendolari. Secondo la maggior parte delle aziende intervistate, la preferenza è per un approccio ibrido che combina il lavoro da remoto con un ufficio centralizzato. Tuttavia, è probabile che le aziende pubblicizzeranno il loro atteggiamento culturale come un vantaggio competitivo.

Le risposte che cerchi per il 2021 ti aspettano qui.

Entra nell’esperienza dedicata alle tendenze digitali per il 2021 e immergiti in un nuovo mondo di opportunità. È qui che le tendenze prendono vita.

Agilità forzata per il 2021.

Le aziende non hanno avuto altra scelta che rispondere tempestivamente a condizioni difficili. Anche se non sono formalmente classificati come “agili”, i colpi di scena della pandemia hanno fatto sì che i dirigenti dovessero introdurre innovazioni al volo e collaborare per portare a casa i risultati. A questa situazione si è aggiunto il lavoro da casa, che ha eliminato le distrazioni e creato più tempo per “riflessioni profonde”. Aziende come Natwest, che hanno concesso al personale una maggiore autonomia di iniziativa e sperimentazione, sono riuscite a migliorare i servizi offerti ai clienti e la formazione dei talenti. Le imprese più grandi sono invece più riluttanti ad adottare questo approccio a lungo termine: solo il 28% delle aziende con un volume d’affari superiore a 100 milioni di sterline prevede di continuare a essere agile, rispetto al 50% delle imprese di medie dimensioni. Indipendentemente dall'organico, un ritorno a condizioni di mercato più stabili non dovrebbe comunque comportare il ripristino delle pratiche e dei silos standard che prima rallentavano gli esperti di marketing.

La mentalità dei dipendenti è un vantaggio.

L'altro lato della customer experience è l'esperienza dei dipendenti. Dopo essersi rese conto del legame esistente tra un personale motivato e il successo finanziario, molte aziende stanno rivolgendo l’attenzione verso l'interno e hanno scelto di investire sulla mentalità. Le aziende che sostengono di rientrare tra coloro che “stanno cercando attivamente di promuovere una mentalità forte” hanno dimostrato di avere il 40% di probabilità in più di registrare prestazioni migliori nel proprio settore. Per i team remoti, consulta i nostri suggerimenti su come promuovere la cultura a distanza. Il report sulle tendenze digitali per il 2021 mostra, inoltre, che è il 50% più probabile che i dipendenti che si sono sentiti supportati dalla propria azienda durante la pandemia siano ottimisti in merito alla strategia aziendale per il 2021. Man mano che si diffonde una situazione di lavoro ibrido, la mentalità diventerà ancora più essenziale per prevenire l'affaticamento e stimolare chi lavora da casa a stabilire dei sani limiti negli orari serali e nei fine settimana.

Altri cambiamenti a cui prestare attenzione nel 2021.

L’empatia è il futuro dell’esperienza.
L'empatia del cliente verrà utilizzata come elemento di differenziazione: i marchi faranno di tutto per dimostrare di conoscere i propri clienti e i modi unici in cui possono servirli.

Il brand purpose conta solo se ha il suo perché. 
Il brand purpose deve essere più di un semplice slogan. Dall'analisi del testo di oltre 800 dichiarazioni di brand purpose, è emerso che solo il 40% è autentico e incentrato sul cliente.

La parola d’ordine per il 2021 è “operazioni di marketing”.
Il team addetto alle operazioni di marketing fornisce una base per i dati, il flusso di lavoro, la gestione della tecnologia e altre parti mobili delle moderne organizzazioni di marketing.

Scarica il report per pianificare il futuro.