File WebP.

Google ha creato il formato di file WebP per rendere le immagini online meno ingombranti. Con foto e grafiche di dimensioni notevolmente ridotte, i siti web si caricano più velocemente e offrono agli utenti un’esperienza migliore. Scopri come funziona il formato di file WebP.

Immagine del banner sui file WebP

Ecco cosa imparerai.

 

  • Cos’è un file WebP?
  • Storia del file WebP
  • A cosa servono i file WebP?
  • Pro e contro dei file WebP
  • Come aprire un file WebP
  • Come creare e modificare un file WebP
  • Domande frequenti sui file WebP

 

 

Cos’è un file WebP?

Google ha lanciato il formato WebP nell’ambito di una serie di iniziative finalizzate a velocizzare i tempi di caricamento su Internet. WebP consente ai siti web di visualizzare immagini di alta qualità, ma con file di dimensioni notevolmente inferiori rispetto a formati tradizionali come il PNG e il JPEG.

 

Puoi scegliere di salvare i file WebP utilizzando una compressione con o senza perdita di dati. Ciò significa che puoi comprimere le immagini senza perdere dati o con una perdita limitata ad alcune informazioni non essenziali. Gli sviluppatori di Google hanno suggerito che le immagini WebP senza perdita di dati possono essere fino al 26% più piccole dei PNG.

 

Puoi riconoscere velocemente un file di immagine WebP dalla sua estensione .WEBP.

 

 

Storia del file WebP.

Il formato WebP risale al 2010, quindi è relativamente recente. Il progetto iniziale è stato sviluppato da On2 Technologies, una società acquisita da Google.

 

Ogni file WebP è costituito da dati di immagine VP8 o VP8L. Negli anni il formato si è evoluto per stare al passo con le mutevoli abitudini dei consumatori e le tendenze digitali emergenti. Google ha aggiunto il supporto per l’animazione e la trasparenza nel 2011 e il formato ora non si limita più ai soli prodotti Google, ma è compatibile con i browser web.

 

Google Chrome supporta nativamente il formato WebP, ma invita designer e sviluppatori web a convertire anche i file PNG e JPEG in WebP per accelerare i tempi di caricamento delle pagine. Altri browser web che supportano questo formato sono Firefox, Edge e Opera.

 

 

A cosa servono i file WebP?

I file WebP sono stati interamente progettati per Internet. Vediamo i loro usi principali.

 

Riduzione delle dimensioni delle immagini per i siti web.

WebP punta a bilanciare qualità e praticità nella gestione delle immagini dei siti web. Con l’aiuto della codifica predittiva, i file WebP comprimono foto e grafica senza ridurne la qualità. Le dimensioni ridotte delle immagini alleviano anche la pressione sulle connessioni a banda larga degli utenti e rendono i siti web più veloci da navigare, migliorando l’esperienza di visualizzazione delle pagine.

 

Supporto di animazioni online.

Le GIF sono state a lungo il formato dominante per meme e altre animazioni online di base, ma i file WebP offrono un’alternativa. Secondo Google, un WebP animato può essere molto più piccolo di un file GIF, dal momento che richiede meno byte.

 

Scopri altri tipi di file raster

 

 

Pro e contro dei file WebP.

Prima di iniziare a usare il formato di file WebP, è importante valutare i suoi vantaggi e svantaggi.

 

Vantaggi dei file WebP.

  • Le pagine web veloci offrono una user experience migliore e ottimizzano persino il posizionamento di un sito web nei motori di ricerca. Al contrario, i siti web con immagini che si caricano lentamente potrebbero spingere gli utenti a spostarsi altrove per acquistare prodotti e servizi.
  • Il formato WebP è altamente compatibile con vari browser web, tra cui Google Chrome, Microsoft Edge e Mozilla Firefox.
  • Le aziende possono liberare spazio di archiviazione usando il formato WebP per comprimere le immagini dei propri siti web in file di dimensioni più gestibili.

 

Svantaggi dei file WebP.

  • Il formato di file WebP è stato progettato pensando principalmente a Internet, quindi potrebbe non essere utile per chi usa immagini offline.
  • Alcuni browser meno recenti, come Internet Explorer, potrebbero non essere efficaci nel supportare le immagini WebP, nonostante l’ampia compatibilità del formato.
  • Un aspetto da tenere a mente, soprattutto se collabori con fotografi professionisti e immagini di alta qualità, è che anche una piccola quantità di compressione può ridurre la qualità di un’immagine.

 

 

Come aprire un file WebP.

Le immagini WebP in genere sono più veloci da visualizzare nei browser che nelle applicazioni fotografiche.

 

Innanzitutto, assicurati di avere un browser compatibile prima di provare ad aprire un file WebP. Una volta terminata la configurazione, apri la cartella in cui hai salvato il file WebP e fai doppio clic su di esso. L’immagine si aprirà automaticamente nel browser predefinito.

 

Esiste anche la possibilità di convertire file esistenti, ad esempio immagini PNG e JPEG, in formato WebP. Per eseguire questa operazione sono disponibili molti strumenti di conversione online.

 

 

Come creare e modificare un file WebP.

Potrebbe essere necessario un plugin per creare e modificare i file WebP con Adobe Photoshop. Dopo aver installato un plugin affidabile compatibile con il tuo dispositivo, segui i passaggi descritti di seguito.

 

  1. Crea o modifica un’immagine con Photoshop, poi fai clic su Salva con nome.
  2. Salva il file come WebP usando il menu Formato.
  3. Scegli il nome e la posizione per il nuovo file WebP e fai clic su Salva.
  4. Verrà visualizzato un pannello di impostazioni in cui avrai la possibilità di modificare ulteriormente il file.

 

 

Domande frequenti sui file WebP.

Qual è la differenza tra file WebP e JPEG?

Entrambi i tipi di file comprimono le immagini per renderle più facili da condividere e archiviare. Tuttavia, un file WebP è generalmente molto più piccolo di un JPEG tradizionale. Gli sviluppatori di Google suggeriscono che un’immagine WebP con compressione con perdita di dati potrebbe essere dal 25% al 34% più piccola di un file JPEG comparabile.

 

I file WebP funzionano su tutti i browser?

Dopo anni di sviluppo ed evoluzione, la maggior parte dei browser web supporta il formato WebP. Tuttavia, alcuni browser come Internet Explorer potrebbero avere ancora difficoltà a supportare i file WebP, quindi è consigliabile controllare sempre l’elenco di compatibilità aggiornato di Google.

 

Il WebP è un formato di file open source?

Sì, WebP è un modello open source, quindi chiunque può lavorare al formato e apportarvi miglioramenti. Gli sviluppatori di Google hanno incoraggiato attivamente gli utenti a offrire il loro contributo fin dal suo lancio nel 2010.

 

Un’immagine WebP ha una dimensione massima?

La dimensione massima delle immagini WebP è di 16.383 x 16.383 pixel. Questo può essere un fattore da tenere in considerazione prima di usarle su un sito web o altrove.

 

Le immagini WebP sono file raster o vettoriali?

Le immagini WebP sono un tipo di file raster. La grafica raster costituisce una delle due principali categorie di file di immagine: l’altra è quella dei file vettoriali. La principale differenza tra i due è che i file raster sono costituiti da singoli pixel, mentre la grafica vettoriale è costituita da equazioni e percorsi matematici. Scopri di più nella nostra guida al confronto tra file raster e vettoriali.

Scopri di più su altri tipi di file simili ai WebP.

Immagine del file JPEG

File JPEG

Un altro tipo di file raster comune per foto e grafiche online.

Immagine del file PNG

File PNG

Un tipo di file raster versatile senza perdita di dati che supporta la trasparenza.

Immagine del file GIF

File GIF

Un modo alternativo per creare animazioni semplici.

Immagine del file BMP

File BMP

Un formato raster che memorizza immagini digitali bitmap.