Fotografia sintetica: foto perfette senza servizi in studio.

La tecnologia 3D sta ridefinendo la creazione delle foto pubblicitarie sostituendo i tradizionali servizi in studio con la fotografia sintetica. Scopri come questa tecnica può accelerare la produzione delle risorse di marketing, farti risparmiare e offrirti maggiore flessibilità, garantendo comunque l’impatto visivo che ci si aspetta dalla fotografia tradizionale.

Foto sintetica di un soggiorno rustico e moderno con caminetto

Immagine di Hussain Almossawi

Cos’è la fotografia sintetica?


Direttamente dal mondo dei videogiochi e degli effetti speciali, l’innovativa tecnologia 3D ci sta portando verso una nuova frontiera nella creazione delle risorse grafiche. Sempre più aziende integrano risorse basate sul 3D nei flussi di lavoro di marketing e produzione per risparmiare su costosi servizi fotografici in studio e produrre e distribuire risorse per il mercato con la massima rapidità.

 

Marchi come IKEA, Coca-Cola, Target e Amazon stanno già sfruttando la flessibilità offerta dalla tecnologia 3D nello sviluppo iterativo delle idee di progettazione. Determina anche notevoli miglioramenti a livello di velocità ed efficienza e migliora la coerenza del brand e del prodotto tra le diverse iniziative di design e marketing, cosa fondamentale per qualsiasi marchio, grande o piccolo che sia.

Immagine sintetica 3D di un ripiano con una teiera

Avresti mai detto che questa immagine è stata creata interamente in 3D? Immagine di Ronan Mahon

Di base, la fotografia sintetica non è altro che un’immagine realizzata per assomigliare alla fotografia tradizionale e rappresentare scene del mondo reale come se fossero state immortalate attraverso un obiettivo. Tuttavia, il processo non prevede l’uso della fotocamera: tutto viene creato a computer combinando modelli e materiali 3D con grafiche e immagini 2D, più un’illuminazione ad arte per fondere tutto insieme. Una fotografia sintetica ben fatta può essere praticamente identica all’immagine reale. Adobe Dimension offre sostanzialmente uno studio fotografico virtuale per allestire una scena da zero, mentre gli strumenti Substance per l’authoring di materiali ti permettono di fare il salto di qualità e raggiungere il vero fotorealismo. Tutto questo si traduce in immagini che agli occhi degli utenti non sembrano create nel mondo digitale.

 

Quali sono i vantaggi rispetto alla fotografia tradizionale?

 

Se utilizzata in modo corretto, la fotografia sintetica può soddisfare le esigenze di marketing in tempi più rapidi rispetto alla fotografia tradizionale, garantendo allo stesso tempo maggiore libertà e flessibilità. Lavorando esclusivamente nel digitale, puoi creare una foto pubblicitaria elusiva con risultati perfetti, senza dover costruire e iterare mockup fisici che comportano un elevato impiego di risorse. Grazie alle app Adobe disponibili nell'ecosistema del 3D e della realtà aumentata, è più facile che mai creare scene fotorealistiche che possono essere visualizzate e renderizzate da tutte le angolazioni, ottenendo quindi risorse pronte per la produzione destinate a tutti i canali di marketing. Analisi comparative su flussi di lavoro reali dimostrano che usare Adobe Dimension è molto più veloce rispetto ai metodi tradizionali e può anche produrre risultati finali più apprezzati.

Foto di prodotto sintetica che raffigura delle confezioni di tè su un bancone da cucina

Lifted Kombucha di John Godfrey

Immagine sintetica di una workstation audio digitale

La fotografia sintetica può semplificare la gestione di tutte le tue esigenze associate alle risorse, dal momento che ti consente di alterare facilmente sfondi e oggetti nello scatto per creare piccole o grandi varianti. Ad esempio, crea la foto pubblicitaria di un prodotto posizionandolo su un bancone da cucina, quindi sostituiscilo con un comodino o un tavolino per adattare l’immagine a tutti i possibili scenari. Oppure cambia semplicemente la lingua sulle confezioni delle foto pubblicitarie in base al paese in cui il prodotto verrà venduto. Puoi anche condividere modelli e scene con i team di marketing che si occupano dei diversi canali, così sarà facile avere a disposizione risorse sempre attuali offrendo a tutti i designer la flessibilità di aggiornare le foto secondo necessità. Una nuova angolazione, un nuovo taglio, un nuovo colore, ma senza dover rifare tutto da zero: le possibilità creative sono infinite.

Presentare viste a 360 gradi degli articoli sui marketplace web può aiutare i clienti a comprendere meglio le caratteristiche di un prodotto rispetto a quanto possano fare le immagini 2D. Infatti, avranno la possibilità di visualizzarlo da diverse angolazioni, ruotarlo, ingrandirlo o rimpicciolirlo in tempo reale, nonché cambiare stile, taglia e colore con un semplice clic. Questi stessi modelli possono essere sfruttati per esperienze di realtà aumentata interattive che consentono di visualizzare in che modo il prodotto si inserirebbe in un determinato spazio nel mondo reale. Alcune aziende nel settore del mobile offrono app AR progettate proprio a questo scopo. Ad esempio, IKEA ha lanciato l’app IKEA Place, che ti permette di “posizionare” divani e sedie nel tuo salotto per capire se si tratti di una buona scelta (sia a livello di dimensioni che di stile) prima di passare all’acquisto. È solo uno dei tanti modi in cui le creazioni in realtà aumentata possono semplificare la presentazione della merce per le aziende e aiutare i clienti a capire se stanno facendo la scelta giusta.

Progetto di una camera da letto creato sinteticamente con il 3D

Camera da letto: Pasquale Scionti 

Progetto di salotto 3D

Sala da pranzo: Ronan Mahon 

Come creare foto sintetiche da zero.

step

Progetta i tuoi elementi 2D in Adobe Illustrator o Photoshop.
Usa lo strumento che più si addice alle tue esigenze per creare i componenti 2D di cui hai bisogno. Illustrator è ideale per creare grafiche e loghi da posizionare su oggetti 3D, mentre Photoshop può essere utilizzato per creare immagini di branding o modificare foto esistenti.

step

Crea materiali 3D usando la suite Substance.

Perfeziona l’aspetto di tutti gli oggetti presenti in una scena aggiungendo diversi materiali. Personalizza le tue texture usando Substance Alchemist oppure attingi all’ampia libreria offerta da Substance Source

step

Costruisci la tua scena in Dimension.

a) Posiziona i modelli 3D degli oggetti necessari nella scena. (Ad esempio, se la scena è ambientata in un soggiorno, ti serviranno le basi, come un divano, un tavolo, una lampada, ecc.) Dimension possiede una libreria di modelli, luci e materiali disponibili nel pannello Risorse iniziali. Per avere più scelta puoi anche sfogliare Adobe Stock o importare modelli da altre fonti. Dimension supporta i formati di file OBJ, Autodesk FBX, STL e SketchUp SKP.

 

b) Posiziona le grafiche, i loghi e altre immagini 2D create in Photoshop o Illustrator sui modelli 3D, sia come decalcomanie che come riempimenti, quindi regola le proprietà dei materiali nel livello di riferimento per ottenere il risultato desiderato.

 

c) Disponi gli oggetti nella scena come preferisci: sperimenta diverse angolazioni, regola l'illuminazione e i materiali per trovare le impostazioni più efficaci e aggiungi uno sfondo. Scegli un'immagine di sfondo dal pannello Risorse iniziali o da Adobe Stock, oppure importa uno sfondo personalizzato. Puoi usare la funzionalità Come immagine per creare automaticamente un'illuminazione realistica basata sull'immagine di sfondo, oppure puoi regolare in autonomia le impostazioni Luce ambiente e Luce solare. 

step

Esporta e condividi file 2D e 3D da Dimension.

a) Esporta le immagini come file finali da usare per qualsiasi esigenza di marketing, come siti web, annunci o persino showroom virtuali, quindi importali in InDesign ed esegui l’impaginazione per la stampa e i media digitali.

 

b) Condividi e pubblica immagini 2D tradizionali o progetti 3D con viste a 360 gradi (contrassegnando le diverse angolazioni di ripresa) tramite link o incorporandoli sul web. Le risorse possono anche essere utilizzate in esperienze di realtà aumentata create con Adobe Aero per consentire agli utenti di vedere i prodotti calati nel mondo reale attraverso esperienze immersive. L’app gratuita Aero offre agli spettatori un’esperienza coinvolgente che consente di interagire con i tuoi progetti in modo completamente diverso.

step

Esporta le risorse in Photoshop.

Importando i file finiti in Photoshop, puoi apportare piccole modifiche e ritoccare le immagini a livello di pixel per ottenere risultati ancora più fotorealistici.

Potrebbero interessarti anche questi articoli…

Foto pubblicitaria di caffè freddo in lattina

Branding e visualizzazione in 3D e AR: l'effetto del tuo marchio visto in contesto.
Scopri gli strumenti Adobe disponibili nell'ecosistema del 3D e della realtà aumentata che ti permetteranno di visualizzare qualsiasi progetto 3D ti suggerisca l'immaginazione.

Rendering 3D di fiori digitali.

Sperimentazione creativa in 3D e AR: esplora nuovi stili o crea un capolavoro.
Gli strumenti Adobe disponibili nell'ecosistema del 3D e della realtà aumentata hanno tutto ciò che ti serve per scatenare l’immaginazione e prepararti per il futuro del design.

Disposizione degli spazi in un salotto moderno

Design ambientale: presenta concetti spaziali con il 3D.
Crea prototipi e visualizza spazi quali architetture d’interni, segnaletica, piantine, vetrine di negozi e tanto altro.

Grafica vettoriale di un ghepardo al chiaro di luna.

Cos’è il formato vettoriale?

Scopri di più su questo tipo di file versatile per la creazione di grafiche e illustrazioni.

Scarica Adobe Dimension

Crea immagini 3D fotorealistiche per progetti di branding, packaging e immagini di prodotti.

Gratis 7 giorni, poi CHF 23.70/mese.