Crea video pubblicitari che promuovano il tuo brand e ispirino all’azione.

Un marketing video efficace può aiutarti a far aumentare la notorietà del brand e a vendere prodotti in un lampo. Scopri come creare pubblicità che influenzino e parlino al tuo pubblico.

Pannello della sequenza di Adobe Premiere Pro sovrapposto a un’immagine di una modella che indossa un paio di occhiali

Un’introduzione alle pubblicità video.

Le pubblicità video sono brevi clip video che durano solitamente meno di un minuto e che vengono trasmessi durante gli spettacoli televisivi, sulle piattaforme di social media e sui siti web. “Lo scopo di una pubblicità video è quello di dire qualcosa o di spiegare un servizio o un prodotto. È tutta una questione di attenzione, interesse, desiderio e azione”, afferma il regista David Murdico.

 

Alcune pubblicità come “Dove c’è Barilla c’è casa” e “Svizzero? No, Novi” sono molto conosciute, ma con l’avvento del marketing digitale, le pubblicità video possono anche essere molto più di un singolo spot da 30 secondi trasmesso via cavo. Qualunque video può offrire il suo contributo alla tua strategia pubblicitaria in moltissimi modi.

 

“Penso che le pubblicità video siano molto appetibili: piccoli bocconcini che rappresentano il meglio che un’azienda, un prodotto o un brand ha da offrire”, afferma l’addetta marketing Kelly Woessner. Non esistono due pubblicità video identiche e il tipo di pubblicità da realizzare sarà influenzato dal tuo brand, dai tuoi obiettivi e dal tuo pubblico. 

Collage di persone che indossano vestiti

Diversi tipi di pubblicità video.

Quando si tratta di campagne di pubblicità video, non esiste una soluzione unica che vada bene per tutti. “Per trasmettere una pubblicità video si investono dei soldi. Puoi fare una pubblicità per la TV e scordartela da qualche parte oppure pagare una rete per trasmettere quella pubblicità. È questa di solito la fase in cui si spendono molti soldi: la trasmissione della pubblicità”, rivela Murdico.

 

Prima di creare una pubblicità video, considera il luogo in cui verrà trasmessa e il tipo di stile pubblicitario che meglio si adatta al tuo brand o al tuo prodotto.

 

Spot televisivi tradizionali.

Non importa se via cavo o tramite piattaforme digitali come Hulu: una pubblicità televisiva tradizionale è una forma familiare ed emblematica di pubblicità.

 

Gli spot televisivi non hanno un solo canale di acquisto. Solitamente cercano di aumentare la notorietà del brand cercando di essere particolarmente memorabili, interessanti oppure orecchiabili.

Due persone che si rilassano su un divano guardando la televisione e ridendo

Pubblicità digitali.

Online si guardano quotidianamente più di cinque miliardi di video. Inoltre, con le pubblicità su YouTube e su Google, il tuo contenuto può diventare parte integrante del gioco e comparire davanti ai tuoi potenziali clienti. Grazie agli spot pubblicitari pre-roll, il tuo video viene mostrato agli spettatori prima di iniziare a guardare il contenuto che hanno selezionato. Per i video di YouTube, se il contenuto video supera i cinque minuti, i creator possono abilitare le pubblicità mid-roll, ribattezzate pubblicità in streaming su piattaforme come Facebook, che compaiono anch’esse per un pezzo del contenuto.

 

Con la visualizzazione delle pubblicità e il retargeting, puoi mostrare pubblicità ai tuoi clienti tramite siti web diversi. In questo modo potrai anche farti pubblicità con visualizzatori che hanno già interagito con la tua pubblicità in passato. Questa esposizione continua aiuta a costruire il riconoscimento e la notorietà del brand.

Una persona seduta a terra all’esterno mentre guarda una pubblicità video sul suo telefono cellulare

Social media marketing.

Un’altra componente fondamentale del marketing video è il social media content. Le pubblicità su Instagram, Facebook, LinkedIn e TikTok rappresentano enormi opportunità per promuovere un prodotto o per crearsi un seguito.

 

“Sono una grande fan di Instagram in particolare perché è così visivo. Inoltre trovo che sia, almeno nella mia esperienza, molto efficace nel farmi desiderare di acquistare qualcosa. Tuttavia, è bene ricordare che persone diverse utilizzano piattaforme diverse”, consiglia Woessner.

 

Ricorda che ogni piattaforma social ha le sue specifiche, le sue proporzioni e i suoi requisiti per i contenuti dei video. Una pubblicità video verticale su TikTok e una orizzontale su Facebook potrebbero utilizzare lo stesso contenuto o veicolare lo stesso messaggio, ma dovranno essere girati e montati diversamente.

Una persona che registra una pubblicità video per la sua azienda utilizzando una fotocamera reflex digitale su un treppiede

“Se il tuo pubblico è un segmento della popolazione influenzato dagli influencer o se il tuo prodotto avrà delle risonanze su Facebook o su Instagram con determinati influencer, dovresti includerli nella tua strategia di marketing”, rivela Murdico.

 

Gli influencer possono anche aiutarti a creare video nativi (contenuti realizzati all’interno di un’app di social media) che possono promuovere il tuo prodotto mantenendo la loro autenticità e spontaneità.

 

Come realizzare un video pubblicitario.

1. Effettua una ricerca del tuo pubblico target.

Prima di riuscire a realizzare una pubblicità video online devi raccogliere un po’ di informazioni.

 

“Un brand avrà già un qualche tipo di pubblico. Quindi parte del lavoro dell’addetto marketing è quello di effettuare ricerche. Inoltre, mentre si cerca di capire quali sono i fan esistenti, è possibile scoprire quali altre tipologie di persone potrebbero diventarlo. Chi altri potresti ricondurre all’ovile?” riflette Woessner.

 

Quando raccogli informazioni sul tuo pubblico, prendi in considerazione l’identità, i gusti, i valori e il tipo di pubblicità che potrebbero interessare alle persone che lo compongono.

 

2. Identifica la voce del brand.

Una volta compreso il pubblico è il momento di comprendere il brand. “Una delle prime domande che faccio è: ‘Qual è la voce del tuo brand?’ Non è opportuno diventare troppo folli o stravaganti, né troppo seri e noiosi. Un brand come Mercedes sarà molto diverso da un deodorante Axe. Trasmettono semplicemente due sensazioni diverse”, spiega Murdico. 

Un collage di una modella, accessori di abbigliamento e vestiti su uno scaffale

Considera il tipo di tono emesso dal brand e il tipo di immagini già esistenti nel suo marketing. Il tipo di prodotto che stai promuovendo influenzerà moltissimo la voce del brand. Se si tratta di un prodotto per il fitness, il brand sarà molto probabilmente allegro, positivo ed energico. Se si tratta di un servizio finanziario, la voce sarà più seria e informativa.

 

3. Immagina la tua campagna pubblicitaria.

Ora è il momento di far scendere in campo la tua creatività, fare il brainstorming delle idee e identificare modi unici per mostrare il valore del tuo prodotto. È anche un’opportunità per identificare quali sono i risultati che desideri raggiungere attraverso la pubblicità video. 

 

“Qual è la conclusione del cliente? Sceglierà in maniera consapevole? Desideri vendere un prodotto specifico? Quali risultati vogliamo ottenere sul visualizzatore finale?” riflette Murdico.

 

A seconda del tuo pubblico, potresti raccontare una storia, utilizzare l’umorismo, condividere testimonianze o accompagnare le persone per scoprire il funzionamento del prodotto. Qualunque cosa tu decida, deve collegarsi al tuo pubblico in maniera istintiva. “Non tutti i brand e non tutti i prodotti risulteranno attraenti per chiunque in modo universale. Un’enorme parte del marketing riguarda l’empatia e molta immaginazione”, dichiara Woessner.

 

Prenditi del tempo per chiarirti le idee, sguinzaglia la tua immaginazione e collabora con gli altri. Le idee migliori a volte richiedono tempo per venire fuori, quindi non avere fretta nelle sessioni di brainstorming.

 

Considera il modo in cui una singola pubblicità si relaziona con l’intera campagna pubblicitaria o con la strategia di content marketing. Verifica regolarmente che le tue idee risultino in linea con il brand. “Successivamente potrai riguardare le tue idee e trovarne una che sembri fattibile”, rivela Murdico. “Alla fine puoi ridurre il tutto a due o tre concetti generici e mostrarli al cliente”.

 

4. Programma, riprendi e monta la tua pubblicità.

Una volta selezionata l’idea o il concetto della tua pubblicità è il momento di programmare le riprese. Completa lo script, lavora a un elenco di riprese e identifica il tipo di filmato di cui hai bisogno, B roll (filmato supplementare riguardante l’atmosfera) compreso. Se hai in programma di utilizzare la pubblicità su diverse piattaforme multimediali, assicurati che il tuo filmato sia versatile. Potresti aver bisogno che ciò che riprendi in formato orizzontale funzioni anche per una clip verticale sulle storie di Instagram.

 

Il giorno delle riprese, assicurati di avere un programma valido e pianifica le attività da svolgere. Se intervisti qualcuno o prevedi che ci siano degli attori nel tuo video, ottieni il maggior numero possibile di angolazioni e filmati di diverso tipo. Più filmato riprendi, più materia prima avrai da elaborare. 

Pannello della sequenza di Adobe Premiere Pro sovrapposto a un’immagine di una modella in posa

Quando hai il giusto contenuto, utilizza Adobe Premiere Pro per montare tutto insieme. Ricorda che puoi sempre montare uno stesso filmato in modi diversi per diverse pubblicità.

 

“Solitamente scriviamo script diversi per video di diversa durata. Una volta immersi nel processo di post-produzione ci diciamo ‘OK, questo dura 60 secondi, ma dovrebbe durarne 15’. Ci mettiamo quindi all’opera e scartiamo tutto quello che non è fondamentale”, rivela Murdico.

 

5. Distribuisci la tua pubblicità.

Una volta ultimata la creazione del video, puoi lanciare la tua campagna. Ovunque venga trasmesso il tuo video, il tuo budget, o l’investimento destinato alla tua pubblicità, determinerà il numero di persone che lo vedranno. Se la tua pubblicità viene riprodotta in TV, il tuo budget determina il momento esatto in cui verrà trasmessa la tua pubblicità video. Sulle piattaforme digitali, l’investimento destinato alla pubblicità determina il numero di persone a cui viene mostrato il tuo annuncio pubblicitario tra i vari canali.

 

Sui social media, “se stai creando un video per un determinato prodotto, dovresti inserire un link che porti su una pagina in cui poter acquistare quel prodotto. Più sarà semplice il modo in cui riuscirai a inserirlo per la persona interessata al prodotto o al brand, meglio sarà per te”, spiega Woessner. Questo è particolarmente vero se si tratta di grosse campagne pubblicitarie. Assicurati di avere una landing page o un sito web dedicati che forniscano ulteriori informazioni al tuo pubblico.

 

6. Monitora il rendimento.

Monitora la tua campagna pubblicitaria dopo il lancio. Il modo migliore per creare video migliori è quello di valutare il rendimento delle tue creazioni passate. Guarda le visualizzazioni dei video per scoprire quante persone hanno visto la tua pubblicità. A partire da quel dato, considera i tassi di conversione (il numero di persone che hanno visto la tua pubblicità rispetto al numero di persone che ha fatto clic sulla pubblicità o acquistato il prodotto) per valutare l’efficacia della tua pubblicità: in questo modo potrai ricreare il tuo successo o migliorare con le pubblicità future.

 

Se le tue pubblicità saranno coinvolgenti e divertenti da guardare, il tuo pubblico sarà più predisposto ad accoglierle favorevolmente e le tue metriche te lo mostreranno. Inoltre, a volte le pubblicità migliori provengono dalla collaborazione. Secondo Woessner “Arte e vita si aiutano a vicenda: miglioriamo in ciò che facciamo imparando dai nostri errori e dai nostri successi, ma anche collaborando”.

Collaboratori

Ottieni di più con Adobe Premiere Pro.

Monta video di grande impatto per il cinema, la TV e il web, ovunque ti trovi.

Potrebbero interessarti anche questi articoli…

Modifica di un video su uno smartphone.

Le basi del montaggio video.

Scopri i principi fondamentali del montaggio video e i suggerimenti pratici per il piccolo e il grande schermo.

Uomo al computer intento ad aggiungere audio a un video utilizzando Adobe Premiere Pro

Qual è il formato video migliore? Guida alla scelta.

Trova il formato video migliore per effettuare lo streaming, il download o il salvataggio su disco.

Due persone che si trovano sul retro di un SUV verde

Come creare un video per YouTube.

Realizza video più belli imparando le best practice di creatori di contenuti e professionisti del settore.

Foto in bianco e nero di montagne innevate

Introduzione alla fotografia in bianco e nero.

Impara a usare la fotografia in bianco e nero per affinare le tue abilità e scattare foto perfette.

Acquista Adobe Premiere Pro

Crea filmati impeccabili con il software di montaggio video leader del settore.

Gratis per 7 giorni, poi 24,39 €/mese.