Cos’è l’apertura del diaframma?

Scopri come l’apertura focale influisce sulle tue fotografie e impara a regolare le impostazioni f/stop per ottenere delle foto fantastiche.

Apertura focale della fotocamera

L’apertura regola la quantità di luce che entra nella fotocamera.

 

La modalità con cui le foto vengono realizzate dipende da un “triangolo dell’esposizione” controllato da tre impostazioni principali. La velocità dell’otturatore, nota anche come tempo di scatto, regola la velocità di chiusura dell'otturatore. Questo influisce sul tempo di esposizione e ti aiuta a catturare correttamente il movimento. L’ISO è usato per indicare la sensibilità alla luce della pellicola o per regolare la sensibilità del sensore di una fotocamera digitale e i fotografi la regolano in base all’ambiente circostante. Infine, l’apertura del diaframma controlla la quantità di luce che entra nella fotocamera. Imparare a regolare correttamente queste tre impostazioni, in base alla posizione e al soggetto, è essenziale per catturare buone esposizioni.

 

Funzionamento delle diverse impostazioni di apertura.

 

Il numero f/stop, o “numero f”, è l’impostazione che controlla la dimensione del diaframma, ovvero quanta luce può passare nell’obiettivo della fotocamera. I numeri f sono determinati dal rapporto tra il diametro del diaframma e la lunghezza focale di un obiettivo. Un’apertura piccola ha un f/stop più alto, mentre una grande ha un f/stop piccolo. Le aperture più piccole lasciano passare meno luce e di conseguenza, quelle più grandi ne lasciano entrare di più. L’apertura massima (fino a f/1,4 con alcuni obiettivi) lascia entrare più luce. Tutte le fotocamere hanno un’apertura minima di f/16, ovvero l’impostazione che limita maggiormente l’ingresso della luce.

Diverse aperture del diaframma

Quando regolare l’apertura del diaframma.

Un’eccessiva quantità di luce darà come risultato una foto sbiadita, mentre poca luce darà un’immagine molto scura. Regolare le dimensioni dell’apertura dell’obiettivo, in base alle condizioni ambientali, ti aiuterà a ottenere l’esposizione desiderata. Se scatti in condizioni di scarsa luminosità, un’apertura più ampia ti permetterà di ottenere una maggiore quantità di luce. Se sei all’aperto e la giornata è luminosa, un’apertura più piccola limiterà la quantità di luce.

 

“Se f/stop è alto, e quindi il diaframma è più piccolo, sarà necessario un tempo di posa più lungo per bilanciare il tutto”, spiega la fotografa Ivy Chen. “Bisogna inoltre tenere ferma la macchina fotografica. Dato che l’otturatore rimane aperto più a lungo e il tempo di scatto è maggiore, occorre evitare qualsiasi movimento della macchina fotografica, altrimenti si otterrà un effetto mosso”.

Foto di un paesaggio innevato con ampia profondità di campo
Foto di un paesaggio urbano con ampia profondità di campo

Come l’apertura del diaframma influisce sulla profondità di campo.

Le regolazioni del diaframma influiscono sulla profondità di campo, ovvero la distanza tra gli oggetti più vicini e più lontani messi a fuoco in un’immagine. Una profondità di campo ridotta, che sfoca lo sfondo per far risaltare il soggetto, si ottiene con un’apertura ampia. Questo effetto è noto come bokeh, e lo si può ottenere sia con una DSLR che con una fotocamera mirrorless, regolando semplicemente l’apertura. Un diaframma più piccolo darà maggiore profondità di campo e quindi più soggetti messi a fuoco. È ideale per scatti di gruppo o paesaggi panoramici, mentre una profondità di campo ridotta è ideale per i ritratti o le fotografie di cibi.

Cactus con profondità di campo ridotta

Imposta una priorità di diaframma.

Sebbene sia sempre possibile modificare l’apertura con regolazioni manuali della messa a fuoco, sulla maggior parte delle fotocamere moderne è disponibile la modalità Priorità di diaframma, un’impostazione automatica utile per scattare ottime foto. Con questa modalità, il fotografo seleziona l’apertura di diaframma desiderata e la fotocamera imposta automaticamente un tempo di posa idoneo. È utile quando hai bisogno di realizzare una serie di scatti veloci in un ambiente costantemente illuminato e non hai il tempo materiale per regolare le impostazioni. Nell’editing è anche un ottimo strumento per imparare, perché puoi osservare il tempo di posa scelto dalla fotocamera in determinate condizioni. Invece, la modalità Priorità otturatore seleziona automaticamente un’apertura di diaframma in base al tempo di posa scelto. Infine, la modalità automatica o Programma seleziona sia il tempo di posa che l’apertura.

 

Con una Nikon, una Canon o qualsiasi altra macchina fotografica, saper regolare le impostazioni di apertura del diaframma è la chiave per ottenere ottimi scatti in vari contesti e con tempi di posa più o meno lunghi. Inoltre, se hai bisogno di apportare ulteriori modifiche in post-produzione, è qui che l’editing entra in gioco. La profondità di campo può essere regolata con l’editing e se non ottieni l’effetto bokeh desiderato, puoi sempre sfocare lo sfondo per far risaltare il soggetto. Indipendentemente dai tuoi obiettivi, un’ottima comprensione dell’apertura del diaframma ti aiuterà a perfezionare la qualità di qualsiasi foto.

Collaboratori

Potrebbero interessarti anche questi articoli…

Uso della regola dei terzi per fotografare una donna che cammina con un ombrello rosa

Come usare, ma anche infrangere, la regola dei terzi.

Migliora le tue capacità di composizione fotografica per catturare immagini sorprendenti. 

Crea un effetto di testo subacqueo in Photoshop.

Crea un effetto subacqueo.

Unisci il testo distorto con le tue immagini per una finitura 3D che realizzerà un incredibile effetto subacqueo.

Foto in primo piano di un uomo davanti a un muro con graffiti di cuori.

L'arte del primo piano in fotografia.

Un primo piano ben realizzato racconta una storia. Scopri subito come affinare le tue capacità in questo campo.

Coppia in sella a una moto in strada con sfondo sfocato.

Cattura il movimento con il panning fotografico.

Scopri come mostrare il soggetto in movimento su uno sfondo sfocato in una fotografia fissa.

Acquista Photoshop Lightroom.

Cattura foto straordinarie ovunque ti trovi, poi modificale, organizzale, archiviale e condividile dove vuoi.

Gratis per 7 giorni, poi 12,19 €/mese.