CREATIVE CLOUD FOR TEAMS

I 6 passaggi essenziali 

per l’efficienza creativa.

Siamo sicuri che la tua organizzazione stia già facendo furore su tutti i canali, grazie a contenuti puntuali e accattivanti che toccano le corde giuste. Ma potresti fare di meglio?

Gli esperti di marketing sanno quanto sia importante creare, pubblicare e condividere contenuti che aumentino la notorietà del marchio.

I tuoi team hanno sempre più difficoltà a trovare nuove idee che colpiscano nel segno? Sei soddisfatto della rapidità con cui passate dall’ideazione alla distribuzione delle campagne oppure la creazione di nuovi contenuti sembra trascinarsi all’infinito, con riunioni interminabili e svariati cicli di feedback?

Ecco 6 semplici passaggi per dar vita a un processo di creazione dei contenuti più efficiente e alcuni suggerimenti per semplificarti la vita usando Creative Cloud for teams. 

Passaggio 1

Valuta il processo attuale.

Gira e rigira, se produci dei contenuti significa che hai un processo di creazione. Si tratta solo di capire se sia scritto o meno e se sia nato da una decisione consapevole o da una felice coincidenza.
 

Per scoprire com’è strutturato il tuo processo (o per verificare se viene rispettato), prendi un paio di contenuti recenti e scrivi quali persone se ne sono occupate e quali passaggi hanno attraversato prima della pubblicazione. Questo dovrebbe essere un punto di partenza accettabile.
 

Naturalmente, se i risultati sono molto diversi per ogni contenuto, è possibile che tu abbia più di un processo.

Passaggio 2

Identifica i colli di bottiglia e i passaggi inutili.

Non c'è un processo giusto o sbagliato per la creazione dei contenuti: tutto dipende dalle esigenze della tua organizzazione. Analizzando il tuo processo, potresti scoprire che alcuni passaggi hanno una tempistica sbagliata, non dovrebbero proprio esserci o stanno rallentando tutto il resto.

Forse è la fase di progettazione che procede a rilento o è possibile che alcuni passaggi si ripetano inutilmente. Ad esempio, è davvero necessario correggere le bozze non appena vengono scritte, se poi lo fai di nuovo prima di pubblicarle? Potresti anche scoprire di essere tu stesso un collo di bottiglia, ma in tal caso dovrà essere qualcun altro a fornire un feedback.

Passaggio 3

Riduci il numero di persone che danno feedback.

Il feedback richiede sempre molto tempo e può complicare la creazione dei contenuti o addirittura farla incagliare del tutto. Tutto il personale della tua organizzazione è impegnato a fare il proprio lavoro. E se, per di più, gli si chiede di esprimere un parere sulla creazione dei contenuti, è fin troppo facile che il feedback diventi la priorità più bassa o che venga eliminato dalla lista delle cose da fare.
 

È buona prassi avere il minor numero possibile di persone che esprimono le loro opinioni o che sono coinvolte nell’approvazione delle risorse. Potresti anche provare a ottenere ottenere la pre-approvazione dei contenuti proposti. Prepara una moodboard di immagini simili o fai circolare il titolo e il riassunto del tuo articolo per dare a tutti un'idea chiara di ciò che stai pianificando e ottenere il loro benestare prima di iniziare.

 

Se i revisori sono sempre troppo impegnati per rivedere i contenuti e fornire un feedback entro i tempi richiesti, forse potresti suggerire loro di fare un passo indietro e delegare questo compito a qualcuno che ha più tempo.

Passaggio 4

Ottieni un feedback strutturato, non scaglionato.

Un’insidia piuttosto comune è quella di avere più cicli di feedback e di approvazione, in cui ogni figura coinvolta deve trasmettere i contenuti a qualcuno di più qualificato in un reparto diverso. Anche se questo iter è inevitabile in alcune organizzazioni, tende a generare vari cicli di modifica, con il rischio che i contenuti vengano portati in direzioni diverse da persone diverse.
 

Se possibile, raccogli contemporaneamente tutti i feedback su una bozza iniziale. Quando tutti forniscono il proprio parere su un PDF condiviso, è facile confrontare i commenti e individuare eventuali conflitti.
 

Tutti i revisori controllano tutto indistintamente? Prova a chiedere un feedback strutturato. Specifica chiaramente che tipo di input ti aspetti da ogni singola figura coinvolta. Ad esempio, chiedi al product manager di controllare i dettagli del prodotto e al team di vendita di confermarti se i contenuti susciteranno l’interesse dei clienti.

Passaggio 5

Tieni sotto controllo i feedback con i PDF.

A nessuno piace raccogliere e unire i feedback. Fortunatamente, Adobe semplifica l’intero processo con strumenti di commento e annotazione facili da usare. Ti offre anche un unico punto di riferimento dove gestire ogni aspetto, senza più allegati e-mail o versioni di file diverse.
 

  • Aggiungi i tuoi commenti: annota il tuo feedback sui PDF usando commenti, evidenziatori, forme e altri strumenti.
  • Manda i file in revisione: raccogli e unisci i commenti di più revisori in un unico PDF online condiviso su computer, online o mobile.
  • Rendi la partecipazione semplice e veloce: i revisori possono commentare facilmente da qualsiasi dispositivo, utilizzando l'app mobile Acrobat Reader o il browser.
  • Tieni d'occhio il tuo progetto: ricevi notifiche in tempo reale quando i revisori aprono i file o aggiungono commenti. Invia promemoria, rispondi a eventuali domande, aggiorna le scadenze o chiudi i flussi di lavoro.

Passaggio 6

Dai il via alla creazione con immagini d’archivio 

e modelli.

Il tuo processo di creazione dei contenuti è finalmente pronto, semplificato e calibrato alla perfezione. Ora non ti resta che trovare qualche idea per i contenuti. Rilassati, non dovrai mai più preoccuparti di ripartire da una pagina vuota.

 

Immagini e filmati d’archivio possono essere un ottimo modo per scatenare le idee creative e iniziare alla grande lo sviluppo di campagne e video. E con Adobe Stock puoi snellire il processo creativo grazie a una vasta gamma di modelli per materiali come brochure, animazioni e risorse da usare sui social media.

 

Avvia un nuovo progetto in Photoshop, Illustrator o InDesign scegliendo 'File > Nuovo' e cerca tra una varietà di modelli di alta qualità creati da designer professionisti. Per ogni modello vengono mostrate le relative anteprime, così puoi sempre scegliere quello giusto.

E infine…

Rivedendo il tuo attuale processo di creazione dei contenuti e mettendo in pratica alcuni o tutti i passaggi suggeriti sopra, consentirai al tuo team di gestire con successo la distribuzione di contenuti social di grande impatto, in modo rapido, efficiente e omogeneo. 

Scegli il tuo piano Creative Cloud for teams.

Tutti i piani includono l'Admin Console per una facile gestione delle licenze, supporto tecnico 24/7, la possibilità di pubblicare un numero illimitato di offerte di lavoro su Adobe Talent e 1 TB di spazio di archiviazione.

Singola applicazione

CHF 33.00/mese (per licenza)
(IVA esclusa).


Un’app creativa di Adobe a tua scelta, ad esempio Photoshop, Illustrator, lnDesign, Spark o Acrobat Pro.*

PIANO PIÙ CONVENIENTE

Tutte le applicazioni

CHF 76.00/mese (per licenza) IVA esclusa

 

Tutte le soluzioni creative di Adobe, tra cui Photoshop, Illustrator, InDesign, Spark, Acrobat Pro e più di altre 20 app.

Chiama il numero 0800 00 08 90 o richiedi una consulenza

Domande? Parliamone in chat.

L'acquisto è per una grande organizzazione? Scopri di più su Creative Cloud for enterprise

*Le singole applicazioni Acrobat Pro, Lightroom e InCopy includono 100 GB di spazio di archiviazione.