Crea una guida di stile del tuo marchio per garantire una brand identity uniforme.

Favorisci la fidelizzazione e la riconoscibilità del tuo marchio attraverso una serie di linee guida che affrontano tutti gli aspetti, dalla brand voice alla tipografia.

Collage di prodotti e materiali di marketing personalizzati

Composizione di Mustafa Akülker

La coerenza del marchio è fondamentale.


Tendiamo ad attribuire una personalità ai marchi. Così come siamo più inclini a fidarci di amici che hanno una personalità stabile e coerente, è più probabile che ci fidiamo di marchi che mantengono sempre lo stesso stile. Ecco perché i marchi più riconoscibili sviluppano linee guida e le applicano in modo rigoroso.

 

Avere a disposizione un manuale d’uso del marchio con linee guida esaurienti consente a tutto il personale dell’azienda di rappresentare il brand in modo semplice ed efficace. Con una solida conoscenza degli elementi e della voce del marchio, designer, copywriter e sviluppatori possono lavorare con gli stessi componenti di base.

 

Definisci il marchio.

 

Nella guida di stile, prima di affrontare aspetti come il logo, gli effetti tipografici e i colori del marchio, è opportuno stabilire la brand identity. Ciò fornirà un'ampia base di regole su come presentare il marchio in ogni situazione.

 

Stabilisci la tua mission aziendale.

Quali sono i valori fondamentali dell’azienda? Cosa distingue questo marchio dalla concorrenza?

 


Cartolina con il logo e lo slogan di un marchio accanto a un logo aziendale su sfondo colorato

Spiega il nome e lo slogan.

Cosa rende il nome dell'azienda riconoscibile e importante? Lo slogan deve essere la prima cosa che vuoi far conoscere agli altri: un’espressione rapida di valore raccontata con la voce del marchio.

 

Identifica la voce e il tono.

Se il marchio fosse una persona, parlerebbe in modo informale con slang e battute? Oppure avrebbe uno stile più serio e abbottonato? Si riferirebbe a se stesso con il "noi" o userebbe la terza persona? Userebbe la forma attiva per incalzare il pubblico o la forma passiva per proiettare neutralità? Tutte le linee guida devono tenere conto del pubblico di riferimento e dello scopo della comunicazione.

 

Presenta il pubblico di riferimento.

Descrivi i profili degli acquirenti in cui rientrano i tuoi clienti esistenti e potenziali e i referral. I profili possono avere dei soprannomi, come "Vanessa camperista" o "Marco faidate", e devono rappresentare clienti con esigenze e interessi diversi che rispondono a propensioni diverse. Più i tuoi autori e designer conoscono i destinatari del marchio e meglio comunicheranno con loro.

Logo aziendale su sfondo colorato
Forme vettoriali e linee della griglia

Descrivi la visual identity.

 

La prima impressione di un marchio è spesso visiva, quindi è importante codificare i dettagli dei suoi elementi grafici. È opportuno che la guida di stile contenga regole su come e quando i creativi possono utilizzare le risorse incluse nel kit di brand.

 

Logo.

Elabora un logo completo, ovvero un blocco unico con l’immagine del logo agganciata al nome dell'azienda, da utilizzare ovunque lo spazio lo consenta. Predisponi anche un logo secondario da utilizzare quando quello completo non è necessario o non va bene. Specifica le proporzioni e l'allineamento degli elementi grafici e testuali del logo, con una precisione al pixel, in modo che il marchio abbia sempre un aspetto coerente. Potresti anche includere un elenco di cose da fare e non fare a livello di progettazione e specificare le modalità di utilizzo del logo che non sono in linea con la brand identity e che andrebbero quindi evitate. Uno strumento come Adobe Illustrator è un'ottima opzione per la creazione del logo.

 

Palette di colori.

Stabilisci i colori primari e secondari. Specifica il codice esadecimale di ogni colore per consentire ai designer di replicare sempre le sfumature esatte, sia in modalità colore CMYK per i materiali cartacei sia modalità RGB per il sito web.

 

Tipografia.

Annota i due o tre caratteri tipografici utilizzati dal marchio. Spiega i casi d’uso di ogni font, nonché la dimensione, la spaziatura e lo spessore desiderati. Qualunque sia la famiglia di font che rappresenta il marchio, è importante che i designer la utilizzino in modo coerente. Ricordati di includere gli stili web, affinché gli sviluppatori sappiano come creare pagine uniformi.

 

Fotografia.

Definisci lo stile fotografico del marchio. È spontaneo o con pose studiate? Professionale o casual? Ci vedi meglio una ragazza con i capelli viola a un festival musicale o una coppia di anziani a passeggio sulla spiaggia? Fai riferimento ai tuoi profili degli acquirenti per stabilire le tipologie di foto che piaceranno a ciascuno di essi.

 

Iconografia.

Dalle icone dei social media ai pulsanti delle app mobile, ogni dettaglio fa la differenza. L'iconografia dovrebbe essere facile da capire e coerente con gli altri elementi di design del marchio. Le icone devono sposarsi bene con i loghi e i caratteri tipografici per creare uno stile uniforme in tutte le comunicazioni. 

Guida di stile di un'azienda creata in InDesign

Scopri modelli ed esempi.

 

Puoi trovare una serie di modelli per la creazione del manuale d’uso del marchio tramite una risorsa come Adobe Stock. E se cerchi spunti di ispirazione, Behance ti offre esempi come questi:

  1. La guida del marchio per il vivaio fittizio TYRELL Garden & Nursery offre una panoramica sull'uso del logo, dell'iconografia e dei caratteri tipografici in meno di dieci pagine.

  2. Il designer Preston Linzy II presenta una guida di stile per il rinnovo del marchio IKEA che comunica chiaramente le modalità di utilizzo del logo, la palette di colori e i caratteri tipografici corretti.

  3. Il manuale del marchio per Real Alloy fornisce indicazioni chiare su cosa non fare con il logo, oltre a diversi esempi di immagini appropriate.

Sviluppa le linee guida per il marchio.

 

Puoi aumentare l'efficienza del tuo team creativo e garantire la coerenza del marchio fornendo indicazioni pratiche sul branding. Strumenti come Adobe Photoshop, Illustrator e InDesign , inclusi in Adobe Creative Cloud for teams, possono essere utilizzati per inserire queste regole all’interno di una guida di stile chiara e intuitiva. Designer e autori avranno così a disposizione un pratico strumento di riferimento che li aiuterà a comunicare con la stessa voce creativa. Allo stesso tempo, la presenza di contenuti coerenti e in linea con il brand consentirà ai tuoi clienti di identificare più facilmente il tuo marchio e favorirà la fidelizzazione.

Trova modi creativi per far crescere il tuo business.

TESTIMONIANZE DEI CLIENTI


Scopri come i clienti Adobe stanno creando esperienze straordinarie con Creative Cloud for teams.
 

BEST PRACTICE


Sfoglia le linee guida più recenti per la massima efficienza nel design, nel marketing e in altre attività.

TUTORIAL


Porta la tua creatività ai massimi livelli con i tutorial passo passo.

 

Scopri le app per creare guide di stile del marchio.

Photoshop   logo
Logo di Illustrator
Logo di InDesign

Scegli il tuo piano Creative Cloud for teams.

Tutti i piani includono l'Admin Console per una facile gestione delle licenze, supporto tecnico 24/7, la possibilità di pubblicare un numero illimitato di offerte di lavoro su Adobe Talent e 1 TB di spazio di archiviazione.

Singola applicazione

29,99 €/mese per ogni licenza (IVA esclusa)


Un’app creativa di Adobe a tua scelta, ad esempio Photoshop, Illustrator, lnDesign, Spark o Acrobat Pro.*

PIANO PIÙ CONVENIENTE

Tutte le applicazioni

69,99 €/mese per ogni licenz (IVA esclusa)

 

Tutte le soluzioni creative di Adobe, tra cui Photoshop, Illustrator, InDesign, Spark, Acrobat Pro e più di altre 20 app.

Chiama il numero 800 940 012 o richiedi una consulenza.

Domande? Parliamone in chat.

L'acquisto è per una grande organizzazione? Scopri di più su Creative Cloud for enterprise.

*Le singole applicazioni Acrobat Pro, Lightroom e InCopy includono 100 GB di spazio di archiviazione.