Fotografia in primo piano: 

come iniziare e affinare le tue competenze

La fotografia in primo piano ti permette di catturare immagini incredibili, dettagli splendidi e momenti magici che restano impressi a lungo. Scopri come acquisire esperienza nell’arte della fotografia in primo piano grazie alla nostra guida completa.

close-up-of-lemon-slices-and-cherry-in-lemonade-and-ice-cubes-background-texture-of-cooling-sweet-summer-s-drink-with-macro-bubbles-on-the-glass-wall-fizzing-or-floating-up-to-top-of-surface

Ecco cosa imparerai:

 

Consigli per iniziare a scattare fotografie in primo piano

Padroneggiare la fotografia in primo piano ti permette di immortalare con grande ricchezza di particolari i momenti intimi e personali nel mondo che ti circonda, spaziando tra gli emozionanti ritratti dei tuoi cari e il vivace caleidoscopio di colori dei fiori nel tuo giardino. Inoltre, puoi applicare le competenze acquisite nella fotografia in primo piano a molti altri tipi di scatti, che immortalino il mondo naturale, le opere d’arte o quelle architettoniche. Ecco alcuni degli elementi fondamentali da tenere a mente prima di iniziare:

 

  •  Avere occhio per i dettagli aiuta, ma non preoccuparti: puoi sempre migliorare la tua capacità di scovare e catturare fantastiche immagini di volti, fiori e animali.

  • Non hai bisogno di tutta l’attrezzatura possibile: per iniziare sono sufficienti una buona fotocamera e una serie di obiettivi focali.

  • Sfrutta al massimo la luce naturale. La luce è tutto nella fotografia in primo piano. Inoltre, è importante per aggiungere movimento, emozioni e texture alle fotografie finite.
primo piano di un occhio

Come si fa un primo piano

All’inizio la fotografia in primo piano può sembrare complessa, ma con il giusto approccio e tanta pratica può diventare molto più semplice. Potresti avere la tentazione di iniziare in grande stile, ad esempio fotografando uccelli in volo o scene tratte dal mondo animale, ma quando si è agli inizi è molto meglio avere un po’ di pazienza. Per i tuoi primi scatti scegli soggetti più sedentari, come quelli indicati di seguito.

 

Volti

black-and-white-photo-on-a-black-background-distorted-face-screaming

Puoi scattare i primi piani utilizzando una serie di obiettivi zoom standard e una fotocamera reflex digitale o mirrorless. I volti, con le loro molteplici sfaccettature e texture, sono soggetti intimi. Per un ritratto in primo piano devi posizionarti a circa mezzo metro di distanza dal soggetto e scattare dalla spalla in su. Inoltre, una bassa profondità di campo offre una messa a fuoco nitida dei lineamenti. 

 

Occhi

close-up-of-one-eye-of-young-red-ginger-freckled-woman-with-perfect-healthy-freckled-skin-looking-at-camera-ophthalmology-vision-care

Gli occhi racchiudono innumerevoli emozioni e hanno un incredibile valore narrativo per la fotografia. Per catturare fantastici primi piani dell’occhio umano puoi utilizzare un obiettivo zoom standard e una bassa profondità di campo per mettere a fuoco la retina. Devi soltanto assicurarti che il riflesso della tua fotocamera non finisca nello scatto. 

 

Fiori

close-up-of-red-dahlia-flower

I primi piani dei fiori possono essere un eccellente punto di partenza per i principianti. I fiori, infatti, spiccano per la vivacità dei colori e della texture. In più sono fermi, quindi assolutamente disposti a farsi immortalare. Fotografa i fiori all’altezza degli occhi e usa una luce soffusa e diffusa per valorizzare al meglio i colori dei petali sullo sfondo. 

 

Architettura

huge-hole-in-a-contemporary-building-in-frankfurt

La fotografia di architettura punta a presentare le più pregevoli caratteristiche di un edificio sotto la miglior luce possibile, dalle foto di interni per un agente immobiliare agli scatti chic che evidenziano il tuo occhio per lo stile. In questi casi è fondamentale sfruttare la luce naturale a tuo vantaggio, perché molti ambienti interni risultano problematici a causa della scarsa illuminazione. Le opzioni ideali per i primi piani in spazi interni sono un obiettivo zoom standard e impostazioni di apertura più ampie.

 

Animali

close-up-of-beautiful-bird-feathers-of-blue-and-yellow-macaw-exotic-natural-textured-background-in-different-blue-colors-and-yellow-lagoa-das-araras-mato-grosso-brazil

Che tu voglia immortalare i tuoi amici a quattro zampe che scorrazzano in giardino o dei rari uccelli nelle Highland scozzesi, la fotografia naturalistica impone grande pazienza. Un teleobiettivo può aiutarti a ottenere primi piani fantastici, perché ti consente di zoomare da una lunga distanza per scattare foto spontanee di animali.

 

Il miglior obiettivo per un primo piano

 

Per la fotografia in primo piano hai bisogno degli strumenti adatti. La maggior parte delle fotocamere reflex digitali o mirrorless sono compatibili con un’ampia gamma di obiettivi per restringere la messa a fuoco e ottenere primi piani eccezionali. Nella tua cassetta degli attrezzi non dovrebbero mancare:

 

Obiettivo zoom standard

Gli obiettivi zoom standard sono strumenti fotografici utilissimi ma sottovalutati. Presentano una vasta gamma di lunghezze focali e ti permettono di scattare foto in primo piano da distanze diverse. Gli obiettivi zoom standard più comuni sono da 70 mm-200 mm e scattano fotografie ben illuminate e dall’aspetto naturale. Ecco alcune delle funzionalità principali:

 

  • Lunghezza focale regolabile di 70 mm-200 mm
  • Aperture fisse e variabili

Obiettivo macro

Vuoi catturare immagini dai dettagli incredibili? Porta con te un obiettivo macro. Gli obiettivi macro sono l’ideale per i primi piani estremi. La loro ampia gamma di lunghezze focali garantisce una notevole nitidezza, che a sua volta arricchisce la texture delle foto. Ecco alcune delle funzionalità principali:

 

  • Lunghezza focale di 18 mm-200 mm
  • Messa a fuoco manuale e automatica per scatti dettagliati
blue-beautiful-flower-on-a-beautiful-toned-blurred-background-border-delicate-floral-background-selective-soft-focus

Teleobiettivo

I teleobiettivi consentono di scattare primi piani incredibilmente ravvicinati da una distanza sicura, il che li rende i più amati dai fotografi naturalisti. Garantiscono eccezionali livelli di ingrandimento e le opzioni top di gamma permettono di catturare immagini da una distanza di diverse centinaia di metri. Tuttavia, proprio gli alti livelli di ingrandimento implicano spesso una minore profondità di campo. Ecco alcune delle funzionalità principali:

 

  • Gamma del teleobiettivo 85 mm-500 mm
  • Messa a fuoco di precisione per scatti con sfondo sfocato
     

Per la fotografia in primo piano è meglio la messa a fuoco manuale o automatica?

Per scattare primi piani precisi dovresti migliorare la tua capacità di gestire la messa a fuoco manuale. Molte fotocamere moderne dispongono della tecnologia per la messa a fuoco automatica, solitamente accurata e molto rapida, ideale per catturare soggetti in movimento. Tuttavia, per ottenere scatti estremamente dettagliati ti suggeriamo di regolare autonomamente la messa a fuoco finché la foto non avrà l’aspetto che desideri. 

 

La messa a fuoco manuale ti permette di gestire le condizioni di scarsa luminosità. Inoltre, potrebbe rivelarsi più semplice da utilizzare rispetto alla tecnologia di messa a fuoco automatica integrata nella fotocamera. 

 

Filtri utilizzati nella fotografia in primo piano

I filtri sono mezzi più economici per ottenere macrofotografie incredibilmente dettagliate. Funzionano un po’ come gli obiettivi macro, poiché ti permettono di concentrarti su dettagli molto piccoli, ad esempio i petali dei fiori e gli occhi degli insetti, ma costano molto meno degli oltre 400 € necessari per acquistare un obiettivo macro. In genere i filtri sono accompagnati da un’etichetta numerica, come ad esempio +1, il che vuol dire che aggiungono almeno un metro di messa a fuoco all’obiettivo della fotocamera. Più alto è il numero, maggiore è la possibilità di ingrandire l’immagine. 

cheetah-leopard-jaguar

Altri strumenti importanti per la fotografia in primo piano

Per iniziare bastano una buona fotocamera e una serie di obiettivi, ma se vuoi fare dei sostanziali passi in avanti puoi arricchire la tua cassetta degli attrezzi per la fotografia in primo piano.

 

  • Tubi di prolunga: si tratta di componenti aggiuntivi che ti permettono di avvicinarti ulteriormente al soggetto ampliando la distanza tra il corpo della fotocamera e l’obiettivo.

  • Treppiede: appoggiare la fotocamera a un treppiede resistente ti aiuta a scattare foto stabili.

  • Rilascio remoto dell’otturatore: il controllo dell’otturatore in remoto è un espediente perfetto per scattare foto naturalistiche spontanee.

  • Copertura antipioggia: con una copertura impermeabile puoi affrontare qualsiasi condizione climatica tenendo al sicuro la tua attrezzatura.

 

La lunghezza focale perfetta per la fotografia in primo piano

È possibile ottenere primi piani fantastici con obiettivi e lunghezze focali diverse, in base al soggetto e all’illuminazione. Dopo la fotocamera, lo strumento più importante a tua disposizione è l’obiettivo. Come per il resto dell’attrezzatura, a obiettivi diversi corrispondono utilizzi differenti. 

 

La lunghezza focale corrisponde alla distanza tra il centro ottico dell’obiettivo (il punto d’incontro dei raggi di luce in arrivo da angolazioni diverse) e il sensore interno della fotocamera. In parole semplici, fa riferimento all’ampiezza dell’angolo di campo. Più è corta la lunghezza focale (in millimetri), maggiore è l’angolo di campo (e la visuale) delle tue foto. Per la fotografia in primo piano dovresti usare obiettivi con lunghezza focale superiore ai 42 mm.
 

42 mm

Questo obiettivo standard è un ottimo punto di partenza per la fotografia in primo piano. Nonostante non riesca a effettuare scatti estremamente ravvicinati, può comunque garantirti primi piani notevoli con un obiettivo da 42 mm.
 

50 mm

Un obiettivo da 50 mm fa entrare molta luce: una condizione perfetta per catturare immagini in condizioni di scarsa luminosità, come le prime ore del mattino o la sera. Inoltre, ha un angolo di campo simile all’occhio umano, il che vuol dire che gli scatti possono apparire molto naturali.
 

85 mm

L’obiettivo da 85 mm, contraddistinto da un’apertura rapida e dalle dimensioni compatte, è tra i preferiti sia dei ritrattisti che dei paesaggisti. Grazie alla sua versatilità è possibile spaziare tra ritratti fino alle spalle e scene più panoramiche di paesaggi urbani e sentieri boschivi.

green-grass-in-a-forest-at-sunset-blurred-summer-nature-background

100 mm


Per scattare immagini straordinariamente nitide hai bisogno di un obiettivo da 100 mm, eccellente per i ritratti e la fotografia di fiori. Poiché permette di ottenere dettagli incredibili, è uno degli obiettivi macro più scelti per catturare immagini familiari e scene naturali.
 

Più di 100 mm

Superati i 100 mm si entra nel territorio dei teleobiettivi, eccellenti per catturare soggetti a centinaia di metri di distanza, ma che proprio per questa peculiarità tendono a sacrificare la profondità di campo. 
 

Catturare un primo piano estremo

I primi piani estremi, caratteristici della cosiddetta macrofotografia, sono il compimento dell’arte di catturare immagini straordinariamente nitide e dettagliate di soggetti molto piccoli. Avrai sicuramente visto alcuni esempi di macrofotografia, come gli occhi degli insetti, i petali dei fiori e le piume degli uccelli. 

 

Puoi catturare anche tu questo tipo di immagini: basta un po’ di pratica. Per iniziare, devi fissare un obiettivo macro a una fotocamera reflex digitale o mirrorless. 

 

Qual è la differenza tra un primo piano e un primo piano estremo?

Di solito un primo piano comprende la testa e le spalle del soggetto o altri dettagli sullo sfondo, mentre i primi piani estremi sono molto più dettagliati e concentrati, arrivando a immortalare anche solo un occhio.
 

Come si scatta un primo piano estremo?

Ecco alcuni suggerimenti per scattare primi piani estremi con un obiettivo macro:

 

  1. Scegli un’apertura inferiore per una bassa profondità di campo: in questo modo il soggetto resterà a fuoco e non sullo sfondo.

  2. Assicurati di sfruttare al massimo la luce naturale e, se necessario, passa a quella artificiale. 

  3. In questo caso occorre puntare sulla messa a fuoco manuale. Fai delle prove fino a raggiungere un livello di nitidezza soddisfacente. 

  4. Assicurati che la funzione macro sia attiva o aumenta il tempo di esposizione per evitare la sfocatura dell’immagine ravvicinata. 

  5. Scatta la foto. 

 

Per ottenere l’illuminazione e la sfocatura migliori possibili serve un po’ di pratica, ma perseverando puoi imparare a scattare primi piani estremi fantastici. 

 

Come si scatta un primo piano estremo degli occhi?

Si dice che gli occhi siano lo specchio dell’anima. In effetti, alcune delle più ragguardevoli macrofotografie immortalano l’occhio umano, un soggetto carico di emozioni e capace di raccontare una storia attraverso le immagini. Per scattare fotografie dettagliate dell’occhio umano puoi approfittare di molti dei consigli già espressi per i primi piani estremi. 

 

  1. Opta per una profondità di campo ridotta.

  2. Valuta bene l’illuminazione e, se necessario, sfrutta la luce artificiale.

  3. Attiva l’impostazione macro e aumenta la velocità dell’otturatore.

  4. Metti a fuoco manualmente la retina.

  5. Tieni le mani ferme e scatta la foto. 
amazing-female-blue-and-green-colored-wide-opened-eye

Gestire la profondità di campo nella fotografia in primo piano

La profondità di campo si riferisce alla distanza tra gli oggetti più vicini e più lontani che rimangono nitidi e a fuoco. Per alterarla si possono modificare le impostazioni di apertura e la lunghezza focale di una fotocamera. 

 

Ad esempio, una bassa profondità di campo offre una messa a fuoco nitida degli oggetti più vicini alla fotocamera: l’ideale, per i primi piani.

 

Apertura

L’apertura indica quanta luce entra nella fotocamera. Regolando l’impostazione dell’apertura puoi modificare la dimensione del foro dal quale la luce entra nell’obiettivo. Questa dimensione è espressa dal rapporto focale: più è ridotto, più la profondità di campo è corta, e per la fotografia in primo piano è necessario che lo sia. Per la fotografia naturalistica o di fiori, un rapporto focale di 2,3 è un buon punto di partenza.

Primo piano di un leone.

Impostare l’illuminazione per i primi piani

Per padroneggiare la fotografia in primo piano devi essere in grado di affrontare gli elementi che ti circondano. Ad esempio, saper sfruttare al massimo la luce naturale ti permette di immortalare i soggetti nel modo più intenso e sorprendente possibile. Certo, non ci sono solo belle giornate, quindi è utile riuscire a gestire le condizioni avverse o le varie fasi della giornata, in modo da poter scattare in qualsiasi condizione di luminosità.

 

Luce di un cielo nuvoloso

La luminosità di una giornata nuvolosa è ottima per catturare colori saturati e momenti personali, perché è meno intensa e dona alle immagini un’atmosfera più tenue.

 

Luce del mattino

Le mattine soleggiate sono parentesi perfette per scattare fotografie dai toni dorati, in cui si alternano chiazze di luce e ombra. Naturalmente, sono ambientazioni tipiche delle stagioni più calde. Nelle mattinate invernali i livelli di luce sono più bassi, quindi per scattare le foto potresti aver bisogno della tua attrezzatura per l’illuminazione.

 

Luce del pomeriggio

Quando la luce diretta del sole è un po’ troppo intensa, gli scatti possono risultare sbiaditi e i soggetti ritrovarsi immersi nell’ombra. Se vuoi scattare delle foto durante il giorno, aspetta il tardo pomeriggio: il tramonto tingerà d’oro ogni cosa e sarà molto più semplice sfruttare la luce naturale per le tue immagini.

 

Luce della sera

Senza l’aiuto di altri strumenti di illuminazione, fare delle foto alla luce della sera può rivelarsi alquanto complicato. Se però vuoi cimentarti nell’impresa, concentrati sul tramonto e sui momenti immediatamente successivi, in cui la luce del giorno è ancora sufficiente per scattare primi piani abbastanza naturali.
 

Luce non naturale

Scattare in interni o con luce artificiale può essere problematico, ma le differenze nei livelli di diffusione e nelle fonti di luce possono aggiungere un’ulteriore sfaccettatura alla tua fotografia. Sfrutta al massimo le superfici riflettenti per fare rimbalzare la luce attorno alla stanza e immortala i soggetti all’altezza degli occhi, così da ottenere un effetto naturale. .

 

Spunti di ispirazione ed esempi di fotografia in primo piano
 

Volti

I volti umani rappresentano soggetti interessanti ed emotivi per i ritratti in primo piano, dalle foto di famiglia alle immagini degli attori. 

eyes-face-beautician-freckles-teenager-portrait-with-healthy-skin-and-red-hair-foxy-hair-ginger-girl

Occhi

La fotografia di architettura punta a presentare le più pregevoli caratteristiche di un edificio sotto la miglior luce possibile, dalle foto di interni per un agente immobiliare agli scatti chic che evidenziano il tuo occhio per lo stile. In questi casi è fondamentale sfruttare la luce naturale a tuo vantaggio, perché molti ambienti interni risultano problematici a causa della scarsa illuminazione. Le opzioni ideali per i primi piani in spazi interni sono l’ideale uno obiettivo zoom standard e impostazioni di apertura più ampie.

close-up-view-of-human-eye-looking-away-in-darkness-panoramic-shot

Fiori

I fiori sono un’opzione ottimale per i principianti e possono impreziosire gli scatti con i propri colori straordinariamente vivaci.

vintage-bouquet-of-beautiful-flowers-on-black-floral-background-baroque-old-fashiones-style-natural-pattern-wallpaper-or-greeting-card

Architettura

Immortalare l’arredamento e gli esterni degli edifici è un modo di omaggiare la bellezza dell’architettura. Per valorizzare ogni ambiente, tieni la mano ferma e sfrutta al meglio i giochi di luce.

abstract-curved-wooden-architectural-or-geometric-shapes

Animali

Cattura ogni movimento del mondo naturale con un teleobiettivo o un obiettivo macro e preparati ad attendere pazientemente il momento perfetto per il tuo scatto.

portrait-of-bison

I primi piani si adattano a qualsiasi tipo di fotografia e soggetto, dagli animali agli elementi architettonici. Quando avrai assimilato i nostri consigli, inizia a metterti alla prova e scopri quali risultati puoi ottenere.

Potrebbero interessarti anche questi articoli…

Uso della regola dei terzi per fotografare una donna che cammina con un ombrello rosa

Come usare, ma anche infrangere, la regola dei terzi

Migliora le tue capacità di composizione fotografica per catturare immagini sorprendenti. 

Erogazione di caffè in una caffetteria - Consigli sulla profondità di campo bassa | Adobe

Consigli sulla profondità di campo bassa
Scopri come dare dimensione alle foto con la profondità di campo bassa.

Ora d’oro a New York.

Sfrutta l’ora d’oro.

Scopri come cogliere il breve attimo che per molti è il miglior momento della giornata per scattare.

Fotografia naturalistica di gnu che si gettano in un fiume.

Impara i segreti della fotografia naturalistica.

Scopri tutte le opportunità della fotografia naturalistica, dagli animali in movimento ai paesaggi più spettacolari.

Acquista Photoshop Lightroom

Elabora, organizza, archivia e condividi foto ovunque ti trovi.

Gratis per 7 giorni, poi 12,19 €/mese.

Prova Lightroom gratis per 7 giorni e rinnovalo successivamente al costo di 12,19 €/mese.