Come iniziare a sviluppare storyboard.

Molto tempo prima che un film raggiunga il grande schermo, un artista di storyboard dà vita al copione. Esplora il processo creativo dello storyboard, scopri quali inquadrature funzionano meglio per narrare le storie e ricevi alcuni suggerimenti per addentrarti nella fase di preproduzione.

Cos’è lo storyboard?

Uno storyboard è una serie di disegni che raccontano visivamente la storia di un copione. I disegni possono essere caratterizzati da figure dettagliate o stilizzate, ma l’elemento chiave di uno storyboard è sempre quello di offrire ai team di produzione un’esperienza utente chiara affinché possano produrre la storia. “Alcuni storyboard sono molto abbozzati”, dice Kevin Mellon, autore degli storyboard di Archer e Black Lightning. “Ma non è importante, a patto che trasmettano informazioni ed emozioni”.

Storyboard su un gatto e un topo creato con penna e inchiostro

Un buono storyboard è in grado di dare vita alla trama.

Rappresentazioni grafiche di un copione, gli storyboard sono il primo passo per trasferire una storia sullo schermo. Sono una parte importante del processo di pre-visualizzazione per qualunque prodotto, dai cartoni animati Disney ai film girati dal vivo. “Gli storyboard sono una guida che permette al regista di spiegare ciò che ha in mente a tante altre persone sul set”, spiega Mellon.

 

Ma un artista che disegna gli storyboard non esegue semplicemente un ordine. Deve essere prima di tutto un narratore con una creatività tale da saper suddividere in modo convincente la storia ripresa per ripresa, curando allo stesso tempo tutti i dettagli più importanti. “Prima dobbiamo sempre lavorare sugli elementi dinamici e interessanti negli storyboard”, dice Mellon. “Poi iniziamo a mettere insieme i vari pezzi, rimuovendo le riprese troppo difficili da ottenere”. Gli effetti speciali consigliati che sforano il tetto di spesa di produzione possono essere tagliati in seguito, ma negli storyboard è bene scegliere tutto quello che può rendere la storia più convincente. Ricorda che questo processo può essere diverso in base al mezzo su cui si vuole lavorare. Gli storyboard per le animazioni, ad esempio, sono diversi da quelli per le riprese dal vivo perché iniziano spesso da un semplice abbozzo che viene poi arricchito da uno scrittore o un artista che collabora allo sviluppo del prodotto finale.

Il processo di realizzazione dello storyboard: l’assemblaggio delle riprese.

“Quando si realizza lo storyboard, non si lavora soltanto al racconto della storia”, spiega il direttore artistico di Archer Neal Holman. Si cominciano a concepire i tipi di riprese che potrebbero essere utilizzate in diversi momenti per definire il tono e il carattere. Un artista di storyboard usa diversi angoli di inquadratura e tipi di riprese per creare azione, drammaticità ed emozione nella scena. Un regista comincia a creare un elenco di riprese in base a quello che è stato definito negli storyboard. Un’inquadratura di ambientazione può essere utilizzata per definire la scena, un primo piano può aggiungere emotività e l’inquadratura di diversi personaggi può aiutare a sottolineare i loro rapporti. Queste sono tutte scelte creative fatte prima dall’artista dello storyboard.

 

Questo è il modo in cui lavora un professionista di storyboard, ma come si arriva a capire quali riprese possono funzionare bene insieme? La ricerca e lo studio, in particolare quello sulla teoria cinematografica, ti aiuteranno a comprendere quali riprese funzionano bene insieme in determinate sequenze. Dopodiché, è bene iniziare con pochi tipi di riprese.

 

Affina le tue capacità con tre tipi di riprese.

La realizzazione dello storyboard si può sintetizzare in tre tipi di riprese: una singola che si concentra su una persona, una ripresa sulla spalla che guarda da un personaggio all’altro e due riprese di entrambi i personaggi che interagiscono. “Puoi andare avanti e indietro tra di loro, quelle non sono riprese difficili”, spiega Mellon. “Il racconto della storia si crea dal modo in cui ordini tali riprese e ti avvicini o ti allontani dall’immagine per accrescere l’emozione di quei momenti. In che modo prendi il linguaggio di base di quelle tre riprese e dai loro una tua impronta?”.

 

Il primo storyboard è un’esperienza di apprendimento su ciò che funziona e ciò che non funziona. Una volta che hai appreso le basi, la pratica ti aiuterà ad affinare la capacità di creare storyboard percorrendo nuove idee. “Prendi un copione di un lavoro che non hai visto e fai uno storyboard”, suggerisce Holman. “Dopo aver terminato una scena, interpretala e poi guarda il modo in cui i professionisti l’hanno eseguita: è un contrasto interessante. Anche da solo, puoi imparare moltissimo su come lavorano e pensano i professionisti. 

 

Storyboard pubblicitari.
Scopri gli storyboard dell’animatore e regista Chris Dooley, vincitore di premi per i suoi lavori animati e girati dal vivo.

Sviluppo di una GIF in un editor di animazione

Inizia una carriera come artista di storyboard.

Qualunque sia il tuo obiettivo, ad esempio diventare un animatore o lavorare su film girati dal vivo, su storyboard per schermate introduttive, video musicali o video di marketing, è fondamentale creare un portfolio di lavori. “Molto spesso mi dicono ‘Voglio davvero fare storyboard’. Posso vedere alcuni dei tuoi storyboard? ‘Non ne ho mai fatti’”, racconta Holman. “Se vuoi fare degli storyboard, inizia a farli”.

 

Una volta che avrai studiato il tipo di lavoro che desideri fare e avrai iniziato a creare autonomamente, potrai pensare al tuo portfolio. Poi guarda i titoli di coda dei film per vedere i tipi di progetti su cui vuoi lavorare e cerca di fare rete all'interno del settore per far conoscere il tuo lavoro ai tuoi contatti. “Se puoi mostrare un ventaglio di lavori diversi - ad esempio, uno spettacolo d’azione e un lavoro come Bob’s Burgers - mi farai sicuramente un'impressione migliore”, afferma Holman. “Le persone che vengono dal mondo dei fumetti possono essere davvero brave perché sono abituate a disegnare l’anatomia e a concentrarsi sulla composizione del fotogramma”.

 

“Se vuoi fare degli storyboard, inizia a farli”.

 

Il percorso per affermarsi come artista di storyboard può richiedere molto tempo, ma lavorando su qualche copione, potrai continuare a migliorare la tua professionalità e costruire un portfolio mentre sei alla ricerca di incarichi e provi a stabilire dei contatti. Scopri cosa stanno facendo gli altri artisti su Behance per ricevere nuovi suggerimenti sulla creazione di storyboard e su cosa inserire nel tuo portfolio.

Collaboratori

Potrebbero interessarti anche questi articoli…

Foto con effetto bokeh di uno skyline urbano di notte.

Come aggiungere sfondi bokeh alle fotografie.

Impara tutti i segreti del meraviglioso effetto di sfocatura, che darà alle tue foto un tocco davvero straordinario.

Fumetto di Thor con Mjölnir.

Come creare un fumetto.

Scopri l'arte dei racconti in sequenza e affina le tue abilità per cimentarti in questo incredibile genere.

Modifica di un video su uno smartphone.

Le basi del montaggio video.

Scopri i principi fondamentali del montaggio video e i suggerimenti pratici per il piccolo e il grande schermo.

Alberi nella nebbia disegnati a inchiostro.

Lascia il segno con il disegno a inchiostro.

Esplora la delicatezza e la nitidezza del disegno a inchiostro con questi suggerimenti e tecniche.

Acquista Adobe Illustrator

Produci incredibili grafiche vettoriali e illustrazioni.

Gratis per 7 giorni, poi CHF 23.70/mese.